Visto che non si può spaccare la destra, ci teniamo quello che c’è! Obtorto Collo…

2
Come volevasi dimostrare, Ghinelli attraversando per primo il Rubicone, ha messo una pesante ipoteca sulle candidature del centro(?) destra.
Scrivono infatti i coordinatori dei tre partiti che lo sostengono:
“Vista la dichiarata volontà del sindaco Ghinelli di candidarsi per un secondo mandato come Primo Cittadino di Arezzo, ci troviamo concordi nel riaffermare il principio garantista che è un tratto qualificante dell’identità valoriale del Centrodestra. 
Faremo a breve un incontro fra il Sindaco, i vertici dei nostri tre movimenti politici ed i consiglieri di maggioranza per organizzarci alla luce del quadro politico-amministrativo cittadino in vista delle elezioni comunali”. Firmato: Daniele Belotti, Stefano Mugnai, Francesco Torselli. 
Fuori dalle supercazzole brematurate, significa che con due liste civiche già annunciate, una del sindaco e una del vicesindaco, è impensabile andare allo scontro interno che dilanierebbe la coalizione, ovvero la proposta di un candidato alternativo a Ghinelli da presentare alla città.
A questo aggiungiamo la scarsità di cavalli da corsa da far correre in pista, ma solo di un gran numero di ronzini e hanno concluso che tanto vale tenersi quello che hanno!
Un sostegno veramente fervido, caloroso, appassionato, addirittura entusiastico… !