Tragedia alla diga di Ridracoli di Forlì dove un 19enne aretino è precipitato nel vuoto morendo all’istante.

0

Non è chiara la dinamica dei fatti, si sta cercando di capire si se si sia trattato di un incidente o di un gesto volontario. Le telecamere potrebbero far luce sulla vicenda.

Le immagini trasmesse in diretta dalle telecamere che sorvegliano ogni minuto la diga di Ridracoli e che vengono poi pubblicate sul web, a beneficio di turisti e appassionati, potranno svelare il mistero

E’ da queste registrazioni che gli investigatori si aspettano di trovare risposta su una tragedia, quella accaduta sabato, attorno alle 17 del pomeriggio.

Un giovane di 19 anni, residente nella provincia di Arezzo, si trova in gita sulla diga assieme ad alcuni amici quando, all’improvviso, questi sentono un urlo e lo vedono precipitare giù dal parapetto, proprio sul lato opposto alla diga.

Difficile che possa trattarsi di un incidente (la ringhiera è molto alta e deve essere scavalcata volontariamente), quindi la prima ipotesi per gli investigatori è quella di un gesto volontario. Una dinamica che però lascia diverse perplessità, anche perché il giovane, secondo quanto emerso dai primi racconti, non aveva mai espresso tendenze suicide. Ora la chiave del mistero sta nei resoconti degli amici che erano con lui, che stanno parlando con le forze dell’ordine e nelle immagini delle telecamere che, si spera, sapranno fornire agli inquirenti una visione più chiara su quanto accaduto.