Tanti: “Scuola Santa Marta di Viciomaggio, un incontro costruttivo per guardare insieme al futuro”

0
Scuola Santa Marta di Viciomaggio

“Grazie alle suore per quanto fatto fino ad oggi, adesso dobbiamo provare a trovare insieme soluzioni diverse. Ognuno farà la propria parte”

“Un tavolo di lavoro destinato ad allargarsi a tutte le persone di buona volontà e ad aggiornarsi entro alcune settimane: è questo il risultato del primo incontro che si è svolto stamattina al Comune di Arezzo deciso insieme al Sindaco di Civitella della Chiana che ha visto confrontarsi insieme i due Comuni – Arezzo e Civitella – con le suore della congregazione, la dirigente scolastica e una rappresentanza delle famiglie. Obiettivo: trovare insieme una soluzione per vedere se sia possibile scongiurare la chiusura di una scuola che è un’eccellenza didattica e al tempo stesso un modello unico di integrazione. Il confronto è stato molto chiaro e costruttivo: c’è da parte di tutti la volontà di trovare un modello di gestione nuovo che possa rilanciare questa particolare struttura educativa cercando l’alleanza di tutte le istituzioni – e ringrazio il Consigliere regionale Gabriele Veneri per essersi già detto disponibile -, dei privati e di altri soggetti professionisti nella gestione di strutture educative per dare stabilità a questa struttura. Entro alcune settimane ci ritroveremo per dare avvio ad un percorso condiviso che possa dare risposte concrete: c’è da parte dei comuni coinvolti la massima disponibilità a mettere le basi per una nuova prospettiva che coinvolga non solo le istituzioni ma anche i privati e progettisti in ambito educativo, per codificare un “modello Viciomaggio” che possa crescere in futuro e che troverà anche nella Fondazione Arezzo Comunità uno strumento di lavoro adeguato sia nel trovare nuovi partner anche privati, che nell’elaborare la proposta educativa.
Da parte mia mi sento di ringraziare la congregazione delle suore per quello che hanno fatto fino ad oggi investendo molte risorse per moltissimi anni, e coprendo costi che impongono oggi scelte di gestione diverse così come mi sento di confermare che il Comune di Arezzo continuerà nel proprio impegno mettendo in campo ogni azione, non solo economica, per garantire questo servizio alle famiglie e soprattutto ai bambini. Ed è in particolare a loro, alle famiglie, che mi rivolgo perché proprio come stamani mattina possano essere protagoniste di un nuovo corso che non è facile, ma che ci vedrà fare ogni sforzo possibile”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here