Tanti: “Dal Comune un contributo straordinario a Croce Bianca, Croce Rossa e Misericordia.”

0

“Su 118 e trasporto sociale serve un piano straordinario per dare risposte di sistema. Ignorato il nostro allarme lanciato a luglio, ora siamo ad un passo dal baratro”

 

“Siamo ad un passo dal baratro e per questo in occasione della manovra straordinaria di fine dicembre, che vede la seconda tranche del ‘pacchetto contro il carovita’, abbiamo deciso di inserire una misura una tantum per Misericordia, Croce Rossa e Croce Bianca. Siamo consapevoli che si tratta di poco più che un segnale – quasi di una goccia nel mare – a fronte di una voragine che ormai ha i contorni dell’emergenza di sistema, ma almeno abbiamo provato ad alzare il livello del dibattito cercando di aprire un varco che superi il grande silenzio su questo tema.

Quello che è ormai sotto gli occhi di tutti è che il rincaro dei costi, i rimborsi regionali veramente inadeguati – nemmeno 13 euro l’ora -, il blocco dei volontari e un sistema fiscale avverso – se non nemico – stanno inginocchiando non solo il sistema di emergenza urgenza ma anche il trasporto sociale dove le risorse dei Comuni non riescono più a fare fronte, da sole, alle richieste. Bloccare il sistema di trasporto sociale significa lasciare soli dializzati, malati oncologici, disabili, e siamo molto sorpresi che a fronte di alcune Regioni che stanno lavorando al trasporto gratuito per oncologici, la nostra non dà segnali. Il collasso poi del sistema di emergenza, economico e organizzativo, resta sullo sfondo e non credo che sia necessario spiegare il disastro che porta con sé, se il 118 dovesse fermarsi. Tutti siamo consapevoli della crisi economica che interessa gli enti locali e siamo consapevoli delle difficoltà delle Regioni, in particolare della nostra che ha uno scoperto in sanità che preoccupa tutti moltissimo, ma adesso è tempo di trovare soluzioni insieme e di non nascondere la polvere sotto il tappeto. Il rischio del blocco delle ambulanze – che il Sindaco Ghinelli ed io anticipammo già nel luglio scorso senza che nessuno ci abbia dato riscontro – è ormai tema che non possiamo rinviare”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here