Strumenti sanitari e una borsa di studio. Sono i doni ricevuti dal reparto neonatologia di Arezzo

0

Strumenti per la Neonatologia e una borsa di studio per uno psicologo Sono i doni ricevuti dal reparto diretto dalla dr.ssa Letizia Magi.

«La neonatologia è un gioiello del nostro ospedale e il nostro motivo di orgoglio» ha detto Barbara Innocenti, direttore del presidio ospedaliero. Un ventilatore non invasivo ad alti flussi, un transilluminatore portatile per vene neonatali e un sistema di contenimento per il neonato da usare nell’incubatrice da trasporto. Sono le ultime donazioni in ordine di tempo ricevute dal reparto di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale del San Donato di Arezzo. A riceverle dalle mani delle associazioni la dr.ssa Letizia Magi, responsabile UOSD Neonatologia e Terapia intensiva neonatale, stamani 3 gennaio nell’auditorium dell’ospedale aretino e la dr.ssa Barbara Innocenti, responsabile Presidio Ospedaliero Aretino, Casentino, Valtiberina e della Valdichiana Aretina, in rappresentanza anche della direzione aziendale.

«La neonatologia è un gioiello del nostro ospedale, è il nostro motivo di orgoglio – ha detto la dr.ssa Barbara Innocenti – grazie a professionisti preparati e attaccati al loro lavoro».«E voi – aggiunge Innocenti rivolgendosi alle associazioni presenti in sala – partecipate alla nostra crescita contribuendo a raggiungere e mantenere questi livelli grazie alle vostre donazioni». «Le associazioni cittadine sono da sempre vicine al reparto di neonatologia – le fa eco Letizia Magi – grazie ad una serie di progetti e di contributi economici». Strumentazione di importanza non trascurabile quella che è stata donata al reparto. «Il sistema di erogazione di ossigeno terapia ad alti flussi Vapotherm precision Flow che arriva dal Comitato Aretino Neonatologia – spiega la dr.ssa Magi – è uno strumento utilissimo per la ventilazione non invasiva del neonato e del lattante. La ventilazione con alti flussi è molto utilizzata per il trattamento della bronchiolite, processo infettivo a carico dell’apparato bronchiale da parte del virus respiratorio sinciziale che proprio in questi mesi vede il suo picco di diffusione tra i piccoli pazienti». «In questi giorni – prosegue Magi – abbiamo ricevuto un’altra importante donazione dal gruppo trekking Camminsognando di Arezzo che ha dotato il reparto di due strumenti molto utili. Si tratta di un transilluminatore per localizzare le vene nel neonato che sono molto difficili da trovare. Lo strumento si accende collegandolo al cellulare e pertanto è utilizzabile anche senza usare la presa elettrica, ed è di piccole dimensioni come piccoli sono i neonati. L’altro strumento donato è un sistema di contenimento, un “nido” con apposite cinture di fissaggio su cui posizionare il neonato all’interno dell’incubatrice da trasporto. Oltre a rendere più sicuro il viaggio del neonato in incubatrice da trasporto, attutisce le vibrazioni e le sollecitazioni che si possono verificare durante i trasferimenti in ambulanza». Ma la solidarietà non si ferma. E nel reparto, da settembre 2022, svolge consulenza anche anche uno psicologo grazie ad una borsa di studio di 2mila 500 euro promossa grazie al contributo del Comitato Aretino Neonatologia APS e Calcit Arezzo.

«La presenza di una psicologa – spiega Magi – è un sostegno importante alle famiglie che si trovano ad affrontare la difficile esperienza della nascita di un bambino che non sta bene, per varie ragioni come la prematurità». L’iniziativa di oggi è stata l’occasione anche per ricordare le numerose donazioni ricevute nel 2020 e 2021 dal reparto: il contributo per un ecografo da parte del Comitato Aretino Neonatologia Aps che insieme all’Associazione Cuore di Bimbo e all’Associazione Mauro Grifoni Forever ha donato un rilevatore transcutaneo della bilirubina neonatale, poi due bilance professionali per pesare il neonato, una donata dall’associazione Clown La Tribu’ Dei Nasi Rossi e l’altra da parte delI’Inner Wheel Arezzo. «Donazioni per le quali non abbiamo ancora ringraziato pubblicamente – conclude Magi – Lo facciamo oggi». All’iniziativa erano presenti i rappresentanti delle associazioni che hanno promosso le donazioni: Comitato Aretino Neonatologia, Calcit Arezzo, Gruppo Camminsognando

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here