Stress post-traumatico da ordinanza e decreto. mi sono perso….

0

L’ordinanza regionale per l’uso delle mascherine inizia in quarta pagina, dopo una stecca di indirizzi e due fogli e mezzo di “premesso, visto, considerato, dato etc ect”; colla quinta pagina dove rimanda alle sanzioni -che non sono riepilogate, sarebbe troppo semplice- finisce.

I due articoli iniziali mi hanno colpito: 1. di disporre l’utilizzo obbligatorio della mascherina monouso, in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, in presenza di più persone, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente; 2. di disporre l’utilizzo obbligatorio della mascherina monouso, in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico, quando, in presenza di più persone, è obbligatorio il mantenimento della distanza sociale.

Forse soffro di stress post-traumatico da ordinanza e decreto, ma allora esistono casi di “spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico, in presenza di più persone, OVE NON è obbligatorio il mantenimento della distanza sociale”?

Mi fate un esempio, grazie.