STAZIONE MEDIO ETRURIA, VAGNOLI: “CHIEDIAMO CON FORZA CHE VENGA FATTA A RIGUTINO”

0
Filippo Vagnoli, sindaco di Bibbiena

STAZIONE DELL’ALTA VELOCITA’ MEDIO ETRURIA, VAGNOLI: “CHIEDIAMO CON FORZA CHE VENGA FATTA A RIGUTINO, DIAMO CREDITO AI DATI, NO A COMPREMESSI POLITICI”

Per il Casentino la stazione ad alta velocità Medio Etruria deve essere fatta a Rigutino. Come Presidente della Conferenza dei Sindaci mi faccio portavoce anche per i miei colleghi che, insieme a me, fanno un appello affinchè si vada con sicurezza e velocemente in questa direzione. Scelta sostenuta da una serie di evidenze tecniche di alto valore”.

Con queste parole il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli – che nella sua veste di Presidente della Conferenza dei Sindaci parla in questo contesto riportando il volere di tutta la compagine dei primi cittadini del Casentino – torna a parlare con urgenza della stazione a d alta velocità Medio Etruria che potrebbe cambiare in modo sostanziale la vita delle persone che vivono nei territori interni.

Vagnoli spiega: “Questa stazione per noi casentinesi è fondamentale quindi, dati alla mano, chiediamo venga fatta dove offre più opportunità ai territori come il nostro e Rigutino è il posto migliore. Ce lo dicono le tate ricerche fatte in questi mesi, ce lo dimostrano i dati tecnici di riferimento. Ci uniamo in questo modo alle voci che da Arezzo si sono levate a più riprese come quelle di Sindaco e Vice Sindaco di Arezzo e non soltanto. Alla luce dei dati emersi con le ricerche fatte che danno a Rigutino una priorità in termini di fattibilità tecnica e di miglioramento nei collegamenti di molte zone come la nostra, non possiamo assolutamente scendere a compromessi politici. Se in questa occasione la fattibilità tecnica e l’evidenza scientifica venissero dimenticate a favore di opportunità politiche a perdere non sarebbe solo il Casentino. Il mio appello e quello dei colleghi sindaci va con forza in questa direzione”.

Il Presidente della Conferenza dei Sindaci del Casentino conclude: “Rigutino è la soluzione migliore e la invochiamo sulla base della certezza dei dati raccolti e perché consentirebbe a una valle preziosa ma attualmente molto sacrificata, di evolversi nella direzione giusta. Questa soluzione, infatti, ci consentirebbe facilmente di implementare una mobilità sostenibile che, col treno di vallata, ci porterebbe in un collegamento ferro-ferro fino all’alta velocità per arrivare in tutta Europa in treno. Per il Casentino questo rappresenta un grande futuro che chiediamo non ci venga sottratto con decisioni che vanno in contrasto con i dati tecnici di riferimento più accreditati. Ringrazio il Comitato dei Cittadini per l’Alta Velocità per tutto ciò che ha fatto in questa direzione e quello che sta facendo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here