Rapporto Caritas: dati preoccupanti ma anche segnali incoraggianti

0

“Il fondamentale e prezioso rapporto sulle povertà che la Caritas aretina stila ogni anno mostra una fotografia a tinte oscure ma con sprazzi di vitalità, altruismo e solidarietà che fanno ben sperare.

Nel 2020 i numeri nudi e crudi sono allarmanti: ben 2.309 persone si sono registrate per accedere ai servizi della Caritas, di cui oltre 700 per la prima volta, un drammatico aumento dell’83,5% rispetto al 2019.

A causa del Covid è esplosa una vera emergenza sociale: chi viveva al centesimo o comunque in condizioni di disagio, si è ritrovato completamente spiazzato da questo uragano sanitario e sociale.

In questa triste classifica ora sono gli italiani i primi, il 37% del totale, un autentico terremoto. Purtroppo arrivare a fine mese è diventato un miraggio per chi ha perso il lavoro, la casa, chi è sottopagato. Il rischio è perdere anche la dignità.

A questa situazione fa da contraltare la risposta di associazioni e semplici cittadini, che si sono impegnati, hanno aiutato e ridato speranza, volto lo sguardo verso coloro che chiedevano aiuto. Segno che lo spirito solidale in città è forte e più vivo che mai. Questo fa veramente onore. Il ringraziamento, dopo la Caritas diocesana, va esteso a tutte queste persone. Nel momento del bisogno fare squadra aiuta e riusciremo a vincere la sfida proprio grazie al sentimento comunitario che ci contraddistingue”.

Roberto Bardelli