Porta Crucifera ha vinto la 140esima edizione della Giostra del Saracino

14

Dopo tre edizioni di fermo a causa dell’emergenza Covid 19 torna in piazza la Giostra del Saracino.

A causa di una rissa tra figuranti, sono intervenute le forze dell’ordine per separare i contendenti, alcuni dei quali espulsi.

Nella sfida tra i quattro quartieri Porta Crucifera, Porta Santo Spirito, Porta Sant’Andrea e Porta del Foro c’è stato subito un episodio clamoroso, con la spezzatura dalla lancia nell’impatto contro il buratto che, come prevede il regolamento, ha fruttato il raddoppio del punteggio.

Avendo centrato un 8, Porta Crucifera è stata inseguita dagli altri quartieri in particolar modo da Porta Santo Spirito che ha centrato un doppio cinque.

In piazza sono così scoppiati i tafferugli tra i figuranti di Porta Sant’Andrea e Porta Crucifera. Le indagini, attraverso l’esame delle telecamere, cercheranno di chiarire le eventuali responsabilità.

Durante la manifestazione presente anche il camper della Asl che ha vaccinato 76 persone. Un camper che non è passato inosservato.
Un servizio apprezzato dalla comunità e che si sta dimostrando sempre più efficace per aumentare la copertura vaccinale della popolazione.

Grazie alla collaborazione tra USL Toscana Sud Est, Comune di Arezzo e Misericordia di Arezzo in piazza S.Agostino si sono presentati in tanti presso il camper attrezzato.
Nella giornata dello storico ritorno della Giostra del Saracino sono stai 76 i cittadini cha hanno colto l’opportunità di vaccinarsi.
Il camper, fornito dalla Misericordia di Arezzo, era posizionato nella centrale piazza Sant’Agostino.
Presenti medici, infermieri e personale amministrativo della Usl.
Il progetto della vaccinazione itinerante proseguirà anche nelle prossime settimane.

14 COMMENTS

  1. è piaciuto molto il risultato di controllo distanziamento sociale, green pass, tribune, cancello su borgunto. tutto molto bello. tra il sindaco e il comandante della municipale han fatto sapere niente?

    • Farebbero meglio ad andare a nascondersi.
      Il comandante ha detto che quel cancello è stato aperto per far defluire gli spettatori quando dal video si vede benissimo che nessuno voleva uscire da lì, il sindaco è riuscito perfino a dire che la manifestazione era in grado di fare da esempio per quelle simili in altre città ed invece si è rivelata un modello di incomptenza.

      • Uff…sempre a puntualizzare con la realta’…la realta’ e’ triste…noiosa…mai come la vorremmo…quel che conta e’ la narrazione…fateci sognare…vede come sono felici a Castiglioni?…sono convinti che di la’ de l Olmo e’ tornato il Podesta’…Giovanna d Arco….che a Roma c e’ il Generalissimo padre buono di tutti noi che tutto dispone….indossano il cappellino militare…portano il vessillo….onorano la targa del Rotary….e sono felici.

      • Ancora prima dell’incompetenza ci sono state la pochezza politica di opporsi a delle pressioni scellerate e la favolesca incapacità di previsione di uno scenario palese. E la ciliegina su questa ottima torta simil-cioccolato è stata la vanteria di sindaco e comandante dei vigili di aver fatto proprio un bel lavoro…”dovevo fare un’insalata, ho bruciato la cucina e mi dico pure bravo!”. Pure con la faccia di bronzo di dire una cosa evidentemente falsa ripresa dalle telecamere: nessuno voleva aprire il cancello, se lo sono sradicato i tifosi, poiché era un cancellicchio di lamiera. E questo parlando della pagliacciata della piazza, le tribune extra e il green pass, ma la cosa peggiore è che sindaco e comandante (e giornalisti!!!)sorvolino sul fatto che tutta quella gente riversatasi in piazza, prima era pressata come sardine in borgunto, come era già successo in tutto il resto della città durante la sfilata. Bene, bravi, bis!

        • Questi sono i risultati per non aver dato retta a l’unico aretino
          intelligente che avete,…ho letto da qualche parte che un certo
          Gianni (dicono di lui competente e bravo ex giostratore) aveva proposto di non fare la Giostra fino a quando
          la situazione dell’epidemia non sarà normalizzata (come hanno
          fatto a Siena per il Palio).
          Giustamente sosteneva che quando sarebbe stata ripresa,
          ci sarebbe stata quella festa e quel tripudio che si sono
          attribuite a tutte le grandi manifestazioni interrotte a causa
          di guerre o epidemie, invece, la vostra amministrazione a
          voluto fare il “Saracino della Ripresa” (del cazzo)

          • su tutti gli aretini non saprei, ma temo la cronaca possa far generare dubbi che sia l’unico aretino intelligente che abbia a che fare col saracino.

          • Vabbè,…era un modo di dire 😀
            è fuori discussione che anche ad Arezzo ci siano
            persone intelligenti e con le palle!

      • ma se erano presenti le loro TV si saranno divertiti almeno americani e cinesi, una zuffa in grande che rende onore all’energia italiana, indice certo di “ripresa” e rinnovata fiducia, di ottimismo e iniziativa “creatrice”. Un’organizzazione che tranquilizza perché conferma le certezze estere su questo latino punto di forza. Sarebbe un peccato l’eventuale assenza degli inglesi: “tutto molto pitoresco!”

      • E la gente, allora? Fino a prova contraria tutti adulti e coscienti, che corrono ad assembrarsi, abbracciarsi e berciarsi addosso.

  2. Ottimo risultato grazie alla Misericordia ma sopratutto grazie alle direttive impartite dal Generale Figliolo fatte proprie, in ragione degli interessi civici ed etici della comunità, dal Podestà Alessandro e da quella Santa Donna terrore degli antivaccinisti come lo fu la Santa Giovanna per gli inglesi.

    • ah ah ah…il camper dei vaccini e poi rissa furibonda in piazza con cento figuranti e vigili urbani avvinghiatissimi, Borgunto che da via di fuga dalla piazza diventa via d’ingresso per tutti i colcitronesi che entrano a festeggiare …vedere il video su Arezzo Notizie..uno spasso…la solita presa di culo….i locali che spacciano shottini a valanga e poi la riprovazione della movida ubriaca….i vaccini e poi la contaminazione di massa… “sta mano po’ esse piuma e po’ esse fero”…e il Menchetti che fa il corifeo del Podestà ( guardatelo nel video assorto in profonda meditazione nel balcone su piazza Venez…Piazza Grande, che uomo…che grande sindaco così gloriosamente agghindato) e della sua SanchaPancha…le direttive del Generalissimo…ah ah…Ingegnero…alla sua età ancora fa il balilla…ma quando cresce?…ahahah

      • Colonnello, Lei è malvagio: turba l’Ingegnere nella visione della Santa Giovanna degli aretini. Come ironizzare su Costantino ed il suo sogno, una blasfemia insomma.
        En passant: un sobillatore dei no vax e anti green pass piazzaioli è un capetto militante di Forza Nuova (una catena di idioti con pistola e coltello che contribuiscono, forse senza saperlo, al successo degli investimenti nella City di un certo Fiore).
        Saranno aggiornati certi prodi castiglionesi?

        • no..no..ma che c’entra…la Tanti Giovanna d’Arco terrore degli antivaccinisti è troppo forte…alla Giostra se la sono fatta tutti sotto… e all’Ingegnero più si racconta una novella più felice rinsoprella…ma in realtà guardi, non ci crede neanche lui…fa finta…è un gran giocherellone…gli piace quest’idea dell’Autorità col pugno di ferro…il mazzafrusto…il Generale…la caserma…insomma, storicamente quello che quando non è stato farsa a beneficio dei gonzi è stato tragedia…perciò io spezzo una lancia a favore dell’Ingegnero e spero di raddoppiare così il punteggio anch’io.

          • Sì, penso anch’io che, in buona parte, ci faccia. Ma Lei a questo punto è troppo buono: scrisse di vivere nell’indigenza, la descrizione degli stracci che la ricoprivano commosse il web, tutto questo quando si ritrova a portata di mano un abbuffatore seriale come l’Ing. (pubblicò reperti fotografici inconfutabili), una specie di sibarita insomma. Se non l’ha aiutata (mica moralmente, in quello non è certamente avaro) morirà con le solite, disgraziatissime mutande. E spezza pure una lancia a suo favore, si fa per dire. Santo subito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here