NIENTE CAMERIERI, O SONO IN DISCOTECA O IN RUSSIA

0

I ristoranti chiudono i battenti uno alla volta perché non trovano camerieri durante i fine settimana.

I giovani, studenti e disoccupati, poveri e meno poveri, italiani e stranieri, belli e brutti, preferiscono il reddito di cittadinanza e il venerdì sabato e domenica essere liberi per spassarsela.
Fanno due conti e preferiscono bere che servire da bere.
Chissà forse a venti anni, vorrebbero fare gli amministratori delegati o i direttori generali?
Molti di loro, in realtà piuttosto ignoranti e senza un titolo di studio, vorrebbero avere un lavoro di prestigio, subito, e una Ferrari nuova di pacca.
Sia i loro genitori che i loro scadenti insegnanti, li spronano ad avere successo e a non accontentarsi di servire la carbonara ai tavoli.
Si informano su tutti i sussidi statali, sanno tutto, poi frignano che prendono troppo poco e scrivono, (male perché sono incolti) incazzati sui social.
Sono dei veri vagabondi, ipocriti e sono convinti di essere degli scienziati.
I loro genitori li compatiscono (poverini): non li manderebbero mai a lavorare in un locale a 10 euro all’ora… ma stiamo scherzando?
Non hanno dignità, onore, amor proprio e se domani venissimo invasi dalla Russia come l’Ucraina, loro sarebbero i primi a scappare o molto più probabilmente a consegnarsi al nemico!
Domenico Nucci