Morti improvvise nell’aretino. La preoccupazione dei cittadini aumenta

0

Due morti improvvise in provincia di Arezzo nell’arco di poche ore e a distanza di qualche chilometro. Sui social sono decine i commenti di cittadini preoccupati per queste morti improvvise, come non si era mai visto prima. Ieri pomeriggio un uomo di 57 anni e’ stato trovato senza vita nelle campagne di Pieve al Toppo. Intorno alle 17  sono stati allertati i soccorsi ma purtroppo per l’uomo non c’e’ stato nulla da fare. Gli equipaggi dell’automedica della Asl e della Misericordia di Castiglion Fiorentino non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Stando alle prime informazioni si tratterebbe di un decesso per un malore improvviso.

 

Sempre nella giornata di ieri nel primo pomeriggio un’altra tragedia si e’ verificata a Castiglion Fiorentino.  Un uomo di 85 anni, Michelangelo Carloni,  ha avuto un malore fatale mentre era alla guida della propria auto all’uscita del distributore Agip che si trova lungo la Umbro Casentinese.  L’uomo si e’ accasciato improvvisamente e inutili si sono rivelati i tentativi dei sanitari di rianimarlo: l’uomo non ce l’ha fatta.  Sul posto sono intervenuti i sanitari dell’emergenza urgenza con due ambulanze della Misericordia di Castiglion Fiorentino. Presente anche una pattuglia dei Carabinieri di Cortona. I sanitari si sono prodigati e hanno eseguito le tecniche di rianimazione. Purtroppo però per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Sui social i commenti sulle morti improvvise di queste ultime ore  sono numerosi. “In una settimana 4 decessi sotto i 50 anni e non mi dite che erano malati o con patologie” scrive un cittadino. “La cosa inizia a puzzare tutte queste morti improvvisamente” aggiunge un’altra signora. “Queste morti improvvise cominciano a preoccuparmi!!!! Mha.” le fa eco un’altra. “Ma non saranno troppi questi malori???? e nessuno indaga?”  si chiede un altro cittadino. Domande e preoccupazioni che inducono ad una seria riflessione su quanto sta accadendo.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here