Morta a 2 anni, il papà non può fare il funerale: «Come si fa a portare via la salma di una bimba per accertamenti?»

0
E’ uno sfogo addolorato quello di babbo Gabriele. Parole cariche di rabbia che hanno squarciato la sensibilita’ di coloro che hanno sofferto con lui per l’angosciosa situazione che si e’ ritrovato a vivere. Una figlia, Caterina, nata prematura e una moglie, Cristina, che ancora oggi vive nelle pesanti conseguenze degli errori medici perpetrati al momento del parto.

E la morte di quella figlia dalla vita cosi’ breve, soli due anni, eppure cosi piena di sofferenza. Una sofferenza di fronte alla quale nessuno si e’ fermato, in nome della cosiddetta “giustizia”.
——–
Scusate per lo sfogo…
Penso tutti conoscono la nostra triste storia…dall inizio !!!
Come sempre, oggi ho constatato che nn va bene niente in questo paese,e penso che tutti ne siamo consapevoli. Posso solamente ringraziare tutte le alte autorità per quello che hanno fatto e per tutto il sostegno che ci stanno dando.
Io mi voglio rivolgere più in alto ancora.
Come si fa’ a portare via una salma di due anni da una cappella, con tutto quello che ha sofferto dalla nascita e nn per colpa sua,per fare accertamenti??!!!Di cosa???Voglio sapere di cosa!!!Una creatura che è nata con 1000 problemi, l’unica che nn c’entra niente, niente, niente!!neanche la soddisfazione di farla vedere a chi veramente gli voleva bene.
La Mia Caterina…io capisco tutto,leggi,giudici,metteteci chiunque..però ogni tanto mettetevi una mano nel cuore è un consiglio…
Nn voglio andare oltre
Fatevi un esame di coscienza davanti a queste situazioni…veramente

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here