Margherita Maniscalchi nominata sia nella presidenza che nella giunta nazionale di Assotabaccai

0
Margherita Maniscalchi

VERTICI ASSOTABACCAI: MARGHERITA MANISCALCHI ENTRA NELLA GIUNTA NAZIONALE
La nomina a Roma durante l’assemblea che ha visto l’elezione del nuovo presidente Gianfranco Labib Boughdady e della squadra che lo accompagnerà per tutto il suo mandato.

Importante riconoscimento e gratificazione per l’aretina Margherita Maniscalchi. La presidente provinciale di Assotabaccai Arezzo, il sindacato che riunisce i titolari delle tabaccherie associate a Confesercenti, è stata nominata sia nella presidenza che nella giunta nazionale di Assotabaccai. La nomina è avvenuta durante l’assemblea elettiva che si è tenuta a Roma al termine della quale è stato eletto il neo presidente nazionale Assotabaccai, Gianfranco Labib Boughdady.

La nomina ai vertici dell’associazione, per la conosciuta e stimata titolare della tabaccheria di via Fiorentina, è l’occasione per rinnovare l’impegno a tutela delle esigenze della categoria che rappresenta.
“Sono soddisfatta” commenta la presidente di Assotabaccai Arezzo Margherita Maniscalchi “di poter dare il mio contributo all’interno della giunta e della presidenza nazionale. L’impegno sarà mirato a portare le istanze del nostro territorio all’interno dell’organo nazionale in modo da rappresentare le esigenze dei miei colleghi con l’obiettivo di valorizzare e sostenere le nostre attività”. L’incontro romano è stata anche l’occasione per confrontarsi sul futuro delle tabaccherie. “Tabacchi, giochi e servizi: quale futuro per le rivendite?” è il titolo della tavola rotonda che ha visto confrontarsi
Federico Rella vice Presidente di Logista, Vito Albanese vice Presidente IGT, Francesco Marrara amministratore delegato Lis, Emilio Petrone amministratore delegato Mooney, Francesco Callegari di Sisal.

Maniscalchi, Labib, Romeli

Un incontro” aggiunge Maniscalchi “utile per approfondire temi che stanno a cuore alla categoria. Assotabaccai ha presentato un accurato report che raccoglie uno studio approfondito sulle tabaccherie. Il documento rappresenta un prezioso contributo per tracciare il futuro delle nostre attività e per capire cosa ci aspetta per il futuro. Da tempo, la rete delle rivendite tabacchi ha iniziato a offrirsi come strumento alternativo, per pagare multe, servizi della pubblica amministrazione e molto altro. Adesso questa vocazione, complice l’evoluzione continua dei sistemi di pagamento, sta diventando sempre più importante e le tabaccherie sono sempre più un punto di riferimento per i cittadini”.

“Grazie anche alla rete capillare sul territorio aretino” spiega Maniscalchi “le tabaccherie sono un punto di riferimento utile alla comunità e hanno saputo adattarsi anche grazie all’utilizzo della tecnologia. Adesso con la chiusura di filali di banca e di sportelli postali, grazie alla nostra capacità di aver dotato le nostre attività di servizi siamo in grado di dare risposte tempestive ai bisogni dei cittadini. Da ‘Sale e tabacchi’ siamo un centro servizi. Le tabaccherie sono evolute e anche il ruolo che abbiamo avuto durante la lotta alla pandemia conferma l’utilità di continuare a tenere aperte le nostre attività. Per questo serve lavorare per sottoporre al Governo le esigenze di una categoria che quotidianamente continua ad affrontare molte difficoltà. Ultima ma non ultima l’obbligo del pos per l’utilizzo della moneta elettronica che per noi tabaccai rappresenta un’eccessiva voce di spesa. Anche su questo tema indirizzerò il mio impegno come sollecitato da molti colleghi e sarà un motivo di orgoglio poter lavorare a fianco del neo presidente Gianfranco Labib e a Flavio Romeli presidente di Assoservice”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here