L’inceneritore aumenta, la Tari pure

0

Consiglieri comunali Alessandro Caneschi e Donato Caporali

In questi giorni sono arrivate le (rincarate) bollette Tari. Nello stesso momento in cui il Comune di Arezzo propone San Zeno come megainceneritore di tutta la Toscana. In questi 7 anni le non poche risorse economiche prodotte dall’impianto non sono state utilizzate per abbassare la tariffa a favore dei cittadini. E nell’ultimo Consiglio Comunale la maggioranza di destra di Ghinelli ha addirittura bocciato un nostro emendamento al bilancio che intendeva impiegare un milione di euro di avanzo libero al fine di calmierare la Tari e altre bollette.

Quindi non c’è alcuna utilità per gli aretini dall’aumento dei rifiuti inceneriti a San Zeno, nonostante le promesse da marinai già contenute nel programma Ghinelli 2020 dove si parlava proprio di riduzione della Tari.

Invitiamo ancora una volta Ghinelli e il Comune ad accantonare progetto faraonici per San Zeno, utilizzando invece tali risorse e ogni altra disponibile per quell’obiettivo tanto sbandierato.