Lettera aperta dei sindaci a Mario Draghi

0

La firma del sindaco Alessandro Ghinelli

“Ho firmato subito la lettera aperta sulla crisi di governo in atto, che i sindaci hanno indirizzato a Mario Draghi. Un appello comune e convinto per chiedere allo stesso Draghi di andare avanti in un momento particolarmente delicato per il nostro Paese, al quale si unisce quello al richiamo alla responsabilità rivolto a tutte le forze politiche. I sindaci, più di ogni altro hanno contezza delle difficoltà e dei problemi che il Paese sta vivendo, vicini come sono, per il ruolo che rivestono, alle comunità che rappresentano. Abbiamo bisogno di certezze e stabilità, e in questo momento Mario Draghi è la figura che più le rappresenta. Non possiamo permetterci oggi una crisi che significherebbe immobilismo e metterebbe a rischio il rilancio economico e la realizzazione di opere pubbliche indispensabili”.
C’è quindi anche il nome del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli nella lettera aperta dei sindaci sulla crisi di governo inviata ieri a Mario Draghi. In essa si esprimono incredulità e preoccupazione per una crisi, si legge nella lettera, “generata da comportamenti irresponsabili di una parte della maggioranza”. Nella lettera quindi i sindaci chiedono a Draghi di andare avanti, in quanto il solo, in questo momento, in grado di garantire quella stabilità, quelle certezze e quella coerenza necessarie per continuare la trasformazione delle città.
Con il sindaco Alessandro Ghinelli, hanno firmato Luigi Brugnaro sindaco di Venezia, Marco Bucci sindaco di Genova, Antonio Decaro sindaco di Bari – Presidente ANCI Michele De Pascale sindaco di Ravenna – Presidente UPI, Giorgio Gori sindaco di Bergamo, Roberto Gualtieri sindaco di Roma, Stefano Lo Russo sindaco di Torino, Dario Nardella sindaco di Firenze – Coordinatore città metropolitane, Maurizio Rasero sindaco di Asti, Matteo Ricci sindaco di Pesaro – Presidente ALI, Beppe Sala sindaco di Milano.