Lello Arena e Massimo Andrei aprono ufficialmente la stagione teatrale 2023 a San Giovanni

0

Lello Arena e Massimo Andrei aprono ufficialmente la stagione teatrale 2023 a San Giovanni

Mercoledì 25 gennaio alle 21 al teatro cinema Masaccio andrà in scena “Aspettando Godot” il capolavoro di Samuel Beckett e del teatro dell’assurdo. Appuntamento successivo martedì 14 febbraio con Stefano Massini che racconta Gaber in “Quando sarò capace di amare”.

Al via ufficialmente, mercoledì 25 gennaio, la stagione 2023 del Teatro Masaccio di San Giovanni Valdarno. Autori e interpreti di primo piano della scena nazionale per il cartellone che nasce dalla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus. Stefano Massini, Lello Arena, Massimo Andrei, Veronica Pivetti, Dario Ballantini, Alessandro Bergonzoni, Paolo Hendel sono alcuni degli artisti che animeranno una stagione in equilibrio tra commedia, narrazione, poesia e riferimenti musicali. Una proposta di alto livello per tutte le tasche: abbonamento a 6 spettacoli a partire da 60 euro (55 il ridotto), biglietti a 15 e 13 euro, (13 e 11 euro ridotto).

Dopo il progetto speciale fuori abbonamento rivolto alle scuole ma aperto anche al pubblico della mattina di lunedì 23 gennaio “Non tre sorelle / не три сестри”, liberamente non ispirato a un’opera di A. Cechov, l’apertura della stagione teatrale, è affidata a Lello Arena e Massimo Andrei, protagonisti di “Aspettando Godot” di Samuel Beckett. Lo spettacolo, con anche Vincenzo Leto, Elisabetta Romano, Esmeraldo Napodano, Angelo Pepe, Carmine Bassolillo, è in programma al cinema teatro Masaccio mercoledì 25 gennaio alle 21. Regia di Massimo Andrei, traduzioni di Carlo Fruttero e scene di Roberto Crea.

Nel 1975, a ventidue anni dalla prima assoluta parigina, Beckett ritorna sul testo che lo ha reso famoso per realizzare una sua regia in lingua tedesca. Con oltre un ventennio di esperienza alle spalle, Beckett decide di “dare forma alla confusione” del testo originale. Uno degli scopi di questo nuovo allestimento è quello di riportare l’azione scenica, scenografica e testuale di questo capolavoro alle intenzioni più segrete ed intime del suo autore. Aspettando Godot è considerato il capolavoro di Beckett e del teatro dell’assurdo. Vladimiro e Estragone, aspettano l’arrivo di Godot, che però non arriverà mai. Non sappiamo chi siano questi due uomini, dove si trovino, chi sia questo Godot e perché lo stiano aspettando.

La stagione prosegue poi martedì 14 febbraio, sempre alle 21: Stefano Massini, accompagnato dall’Orchestra multietnica di Arezzo porta in scena “Quando sarò capace di amare. Massini racconta a Gaber”.

Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi al Museo delle Terre Nuove dal martedì al venerdì dalle 15 alle 19 e sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 o chiamare il numero fisso 055 9126213 negli stessi orari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here