La sovranità popolare non è una dittatura della maggioranza, né una forma di regime assoluto

58

Da ormai un quarto di secolo abbiamo sentito sdoganare politicamente una massima antica ma anche un po’ funesta: “Gli italiani sono con me”.

Come se il consenso bastasse a giustificare qualsiasi cosa. In una democrazia non può essere così, perché questa sarebbe la fine stessa della democrazia: il suo sarcofago. Prima o poi arriverebbe il furbacchione che farebbe approvare al popolo (rigorosamente a maggioranza) la fine della sua stessa sovranità, che democraticamente passerebbe “coi pieni poteri” nelle mani dell’uomo della provvidenza. Di turno!

Quando in nome del popolo sovrano si individuano nemici da abbattere o peggio, si muovono i primi passi per introdurre limiti alla libertà (tra gli applausi sperticati delle masse) quando un leader dice “chi è eletto dal popolo risponde solo al popolo”, si sta preparando in realtà la fossa alla sovranità popolare.

L’idea per cui chi vince ha sempre ragione a prescindere e chi ha la maggioranza (per giunta manco dei votanti, men che meno degli elettori, a volte soltanto nei sondaggi) è l’interprete della volontà del popolo, è l’eredita di un populismo che inquina costantemente il dibattito pubblico.

È l’idea distorta e perversa delle regole democratiche, secondo cui il potere si fonderebbe solo ed esclusivamente sul consenso, mentre le altre articolazioni dello stato di diritto, sono artificiosamente inquadrate solo come tentativi di “sovvertire la volontà popolare” (il “si candidi” rivolto al governatore di Bankitalia, fa il paio con l’invito a candidarsi ad Alessandra Vella, la gip di Agrigento che ha disposto la scarcerazione di Carola Rackete,)

Si intende così portare la delegittimazione fino all’accusa di “golpe giudiziario o finanziario” o a chi tocca tocca, ogni volta che non si inchina al conducator.

Chi pratica questi metodi, non sta esaltando la sovranità popolare: la sta strumentalizzando per delegittimare gli altri poteri dello Stato.

Ma la democrazia non si fonda soltanto sul consenso elettorale. In un sistema democratico sono fondamentali sia la separazione dei poteri, quanto il concetto di assemblea.

Il popolo italiano è stato talmente abituato a concepire la democrazia solo come consenso, che non avverte piu’ la gravità di certe dichiarazioni, assurde sia sul piano logico, che istituzionale.

Dichiarazioni che i media riprendono pari pari fin nei titoli. E non solo i giornali schierati, (quelli nemmen buoni come carta igienica di emergenza) ma anche quelli titolati e nominalmente indipendenti, facendo così filtrare o perlomeno rendere plausibile l’idea distorta, che anche la decisione di un giudice è un atto politico pro o contro il governo, e non l’esercizio autonomo di un potere, che può legittimamente entrare in conflitto con la maggioranza. Da ciò la necessità politica di non veder riconoscere i limiti al delirio di onnipotenza, un delirio che non riconosce l’autonomia degli altri poteri dello stato, avvitato intorno ai rancorosi capricci di chi cerca di manipolare le motivazioni che stanno dietro alle decisioni altrui.

PC

58 COMMENTS

  1. Si ma io non mi riferisco alla situazione contingente. Da troppi anni mi sembra che stiamo stravolgendo il senso dello stato come era stato pensato…

  2. Ieri Conte ha fatto un discorso veramente bello su cosa sono le istituzioni e sul loro rispetto che i telegiornali avrebbero dovuto parlare solo di quello
    In tutta risposta Salvini nella replica ha evidenziato di non averci capito niente…
    Però sulla non politicizzazione di alcuni giudici e magistrati non metterei la mano sul fuoco, alcune sentenze ed inchieste lo hanno reso evidente.
    È vero che è anche colpa di leggi lacunose e troppo interpretabili.

    • A me e’ sembrato un discorso da pavido ed opportunista, pavido perche’ in 14 mesi di governo ha lasciato a Salvini la liberta’ di fare e dire quel che voleva, e qualche cosa Salvini ha fatto e detto bene, probabilmente per paura di perdere la poltrona, opportunista perche’ il suo discorso e’ stato ricco di aperutre al PD allo scopo di conservare la poltrona. Inoltre, in Europa, votando la Ursula assieme al PD e Forza Italia, il primo traditore degli accordi di governo mi sembra sia stato lui.

      • Lui ha fatto un discorso di alto profilo, spiegando cosa sono le istituzioni, a cosa servono e come si onorano.
        Salvini da quel discorso non ha capito niente, infatti ha letto il suo discorso precompilato pieno di slogan che possono andare bene in un comizio in piazza ma in parlamento non abbocca nessuno.
        Nonostante non mi sia simpatico, purtroppo devo ammettere che anche Renzi ha asfaltato Salvini nel suo discorso.

        Io credo che sia stato silente in pubblico per tenere in piedi il governo ma che in privato abbia detto a Salvini che stava esagerando. Conte è una persona poco appariscente che parla solo quando è necessario e pondera le parole.

        Per quanto riguarda il voto in Europa, anche l’amico Orban ha votato Ursula….ma c’è un motivo se lo hanno fatto e la Lega no perché sono dei polli, perché tanto era ormai chiaro che sarebbe stata eletta, quindi votare contro avrebbe voluto dire isolarsi, e in Europa più che nel Parlamento italiano, se sei isolato non conti niente.
        La Lega strategicamente ha fatto una capella enorme a non votarla.
        Comunque il voto nel Parlamento europeo viene fatto dalle singole forze politiche che sono state elette alle elezioni europee, non dai governi, quindi non è proprio corretto considerarla azione di governo e tradimento degli accordi. Altrimenti dovrebbero anche essere nello stesso gruppo, ma essendo forze politiche diverse, hanno scelto ognuno il gruppo che riteneva più opportuno.

        • Caro Emanuele, Conte ha fatto una breve prolusione istituzionale, che peraltro essendo Presidente del Consiglio dimissionario non poteva esimersi dal farla, per il resto s’e’ ricordato che era Presidente del Consiglio ed ha attaccato quello con cui ha governato e al quale ha fatto fare il suo comodo, per precisione non intendo difendere Salvini, per quanto riguarda il voto in Europa ti comunico che Ursula e’ stata eletta con soli 383 voti a favore a fronte della maggioranza prevista di 374, quindi per soli 9 voti in piu’, i contrari sono stati 327 con circa 75 franchi tiratori dell sua maggioranza, determinanti sono stati i 14 voti degli antieuropeisti 5stelle, quindi, data la debolezza del candidato che si evince dai dati sopraindicati, non mi sembra tanto chiaro che sarebbe stata eletta, diciamo che abbiamo perso un’occasione.

          P.S. Avere un’oratoria migliore di quella che possiede Salvini non e’ difficile.

  3. Quelli che il popolo italiano non avverte..non capisce, non è in grado
    Quelli che i voti degli altri sono voti dei bifolchi, degli ignoranti, degli evasori, dei malavitosi, dei contadini rozzi – vedi Brexit – e se non basta c’è l’onda nera, fascista.
    Quelli che il suffragio universale è una iattura.
    Quelli moralmente superiori, con la verità in tasca, con la ricetta economica giusta, chissà perchè sempre a base di tasse e balzelli vari.
    Quelli che sono con Greta ma anche per la Tav se fa comodo, ma se serve all’inciucio in un baleno tornano contro la tav
    Quelli che il consenso non ti da diritto a fare quello che vuoi (ci mancherebbe) ma che con il 4% si ritrovano cariche istituzionali e decidono le sorti dei governi.
    Salvini dopo averle azzeccate quasi tutte (politicamente intendo) ha fatto una frittata colossale, e non si può invocare il voto sulla base dei sondaggi, ma un governo 5s pd oltre che una sputacchiata tremenda su gran parte degli Italiani di fondamento democratico avrebbe ben poco.

    P.S. ma il prof. Croce interviene apposta per incendiare il dibattito?

    75 anni di libertà e prosperità BOOOOOOMMM
    questa le batte tutte

    • Non ho capito due cose.

      La prima è quale sarebbe l’incoerenza fra “stare con Greta” e “per la TAV”.

      La seconda è come mai una maggioranza PD M5s non avrebbe fondamento democratico.

      • l’ignoranza c’è sempre stata… solo che ora – grazie ai social – diventa visibile…
        Che la NO TAV sia una lotta ambientalista è tutto da dimostrare ma per molti è così, perchè se fai la BUA alla montagna quella poi si ribella con tutti i suoi elfi e gnomi e hobbit e ci fa ammalare tutti di asbestosi…
        Giusto ieri leggevo l’ennesimo articolo/denuncia ambientalista del problema della riduzione delle spiagge… questi ignoranti non sanno che il motivo principale per cui si riducono le spiagge è proprio dovuto alle politiche ambientaliste di rimboschimento delle nostre montagne. Anche un bambino capisce che se le montagne sono coperte di alberi (i pascoli e le radure stanno rapidamente scomparendo e il bosco si riprende le montagne abbandonate) le forti piogge non riescono a mobilitare il terreno e a trascinare a valle grandi quantità di fango come quando il terreno stesso non era protetto… in questo modo i sedimenti che i fiumi trasportano verso il mare sono molto minori rispetto ad un tempo e così le mareggiate si portano via la sabbia che i fiumi non sono in grado di sostituire… il solito problema della botte piena e la moglie ubriaca.
        Altro esempio (tra i tanti che potrei citare) di ignoranza? l’accanimento con cui solo noi italiani abbiamo imposto a MSC di portare a Genova il relitto di Nave Concordia per la demolizione… l’operazione ha avuto un prezzo altissimo, sia economico, sia perchè ci ha rimesso la vita un sub. Se davano retta a me, con qualche carica di esplosivo messa bene avrebbero fatto rotolare la nave (ormai priva di fluidi inquinanti) nel fondale davanti all’isola del Giglio, che avrebbe avuto un “santuario” di vita marina ricchissima proprio vicino al porto… e magari dopo qualche anno sarebbe diventata un Sito di Interesse Comunitario come la piattaforma Paguro davanti a Ravenna:
        https://it.wikipedia.org/wiki/Relitto_della_piattaforma_Paguro.
        Mi fermo ma potrei continuare con l’assurda guerra agli inceneritori (che inquinano meno di 20 stufe) in nome di una raccolta differenziata che non può risolvere la totalità del problema, con la conseguenza di lasciare aperte le discariche che in Europa abbiamo solo noi…
        o con il NO alla TAP che porta proprio quel gas che servirebbe a decarbonizzare l’ILVA…
        o con il NO all’ILVA per creare un “PARCO” in cui lavorerebbero tutti e 13.000 i dipendenti dell’ILVA stessa…
        o con la Raggi che esporta rifiuti al ritmo di interi treni giornalieri e va a protestare perchè l’impianto della Regione è chiuso senza rendersi conto che è andata davanti ai cancelli chiusi dell’impianto sbagliato…

        Il popolo è sovrano. Ma va ascoltato tutto e non solo quella parte che fa casino. Dopodiché è stragiusto che la maggioranza faccia i conti con i pesi e contrappesi che la nostra Costituzione ha stabilito per tutelare le minoranze… si sono tutti scordati dell’indignazione che colse quasi tutta Italia contro la “deriva autoritaria” del referendum costituzionale di Renzi? Se passava il SI’ probabilmente adesso avremmo un governo monocolore 5S con premier Di Maio con ancora quasi 4 anni di legislatura davanti… forse avrebbe fatto anche qualche cosa buona (si fa per dire) e comunque nel 2023 gli italiani avrebbero potuto confermarlo o mandarlo a casa come si fa in tutti i paesi civili del mondo.
        Qui c’è solo l’ignoranza che regna sovrana: il sovranismo degli analfabeti… intortati a colpi di twitter

        • Ma chiudi questo vaso di Pandora di cazzate a raffica…come pensi che un umano possa risponderti se ne spari 2 a rigo?

          • Beh, ogni tanto si può anche non rispondere, ma leggere e prendere spunti per informarsi con calma… BC in questa pagina offre punti di vista su cose concrete.

        • In Grecia ho visto un relitto sulla spiaggia in mezzo al nulla, ce ne sono un po’ sparsi sulla costa… era bellissimo!

          Il tuo modello sullo stringimento delle spiagge ‘un mi convince. Ci sono zone, tipo dove vado io, dove la spiaggia si stringe velocemente e non c’è nessun fiume attorno. Dubito che i fiumi italiani possano avere effetti importanti in questo fenomeno: l’attore preponderante è il mare. Il mare prende in alcune zone e restituisce in altre, in modo imprevedibile. Per capire il fenomeno bisognerebbe capire se le spiagge in Italia si stanno restringendo veramente *in media*. Se è solo ridistribuzione, allora amen. Poi io non ne so nulla, si fa per discutere, spero queste cose siano studiate seriamente da qualcuno e mi zittisco subito.

          Sarebbe bene accettare che alcuni sistemi dinamici, tipo il mare, l’atmosfera e l’economia, evolvono con equazioni differenziali fortemente caotiche e nessuno sa prevedere nulla né capire perché certe cose accadono. Si naviga a vista. Non sappiamo neppure modellizzare tre corpi gravitazionali, figuriamoci trilioni di particelle gassose o migliaia di azionisti. That’s life.

          Questi discorsi delicati in ogni caso si perderanno come lacrime nella pioggia, sommersi da un acquazzone monsonico di “e allora il PD?”, “rifarei tutto quello che ho fatto”, “gnégnégné” ed “è colpa della Merkel” (che tra ha pure in tasca un dottorato in fisica quantistica, a spregio).

        • https://www.youtube.com/watch?v=hjx0iQYoSRI
          Quando l’uomo,per arrivismo, convenienza, opportunismo , mafiosità politica etc.. fa la BUA al pianeta, la fa a se stesso.
          Poi ci si lamenta e si piange, sempre dopo, delle forze malevoli avverse della natura.
          Esempi a non finire, ma il passato sembra non insegnare nulla, ed il futuro regala brividi.

          • Il passato è pieno di cose terribili, però con tutto il rispetto per Paolini è essenziale che l’approccio a queste questioni sia scientifico ed il parere che conta è quello di un esperto, o meglio di un gruppo di esperti.

            La televisione è piena di programmi sensazionalistici di basso livello scientifico (inclusi le Iene e Report, per fare nomi) : se l’argomento è “leucemia prodotta dalle antenne vaticane” si preferisce intervistare le madri piangenti e gli avvocati invece che medici e scienziati.

          • Se hai pazienza guarda la rappresentazione, è piena di scienziati, di esperti che hanno dato pareri decisamente negativi, di arrivisti, di imprenditori/prenditori che in nome del progresso hanno scientemente asfaltato/ inondato di fango 2.000 persone.
            Poi quando uno conosce bene i fatti, ed al netto della prosa teatrale credo Paolini si attenga rigorosamente ai fatti reali documentati (nessuno mai ha smentito o confutato o lo ha denunciato per menzogne prezzolate), si fa la sua idea, rispettabile ovvio.
            Come tutti i fatti oscuri del passato italiano, Ustica docet etc.
            I fatti sono fatti, i sensazionalismi li lascio ad altri, come le trasmissioni gossip di cui sono infarcite le TV ad uso e consumo di propagande organizzate.

          • io stigmatizzo l’IGNORANZA degli ambientalisti italiani… massimalisti del NO a tutto, senza distinguere e senza valutare ciò che fa DAVVERO male al pianeta… ed è per questa IGNORANZA che i verdi italiani sono scomparsi mentre in Germania sono il 3° partito che ha ottenuto nelle ultime elezioni un ottimo risultato.
            fare una galleria non vuol dire fare la bua al pianeta se serve a riconvertire il traffico merci dalla gomma al ferro, e non vado oltre perchè se capisci capisci e se non capisci sarebbero inutili anche 5 giornate di spiegazioni.
            E’ ormai assodato che il motivo principale della sparizione delle spiagge è l’aumento continuo della copertura boschiva delle montagne. La riforestazione è fare la bua al pianeta? no di certo, è un’ottima misura di contenimento del dissesto idrogeologico, diminuisce il tempo di corrivazione degli afflussi meteorici (ovvero i deflussi), rallenta le piene insomma, oltre che favorire la fissazione della CO2 tramite la funzione clorofilliana. L’idiozia IGNORANTE dei media italiani è presentare il problema dell’assottigliamento delle spiagge come la conseguenza di non si sa bene quali ferite inferte alla Terra dall’uomo per i suoi biechi interessi.
            Voglio dire all’amico Martelli che le spiagge del Mediterraneo si assottigliano ovunque: le spiagge di Saint Marie de la Mere, in Camargue, alle foci del Fiume Rodano, 50 anni fa erano sterminate per centinaia di metri dal paese, mentre adesso sono pressoché scomparse, benchè difese disperatamente con le solite barriere di scogli.
            Ovunque si procede a protezioni con scogliere emerse o soffolte, oltre che a ripascimenti con prelievo di sabbia dai fondali al largo, con risultati spesso pessimi.
            Non nego che concorrano altre cause, quali l’interruzione del trasporto dei sedimenti operata dalle dighe (drastica ma quantitativamente poco influente), o il susseguirsi di cicli decennali di regime più o meno ricco di mareggiate invernali (ma questa causa non è ancora adeguatamente modellabile dati i limiti delle attuali tecniche di calcolo).
            Ricordo un articolo sul supplemento “7” del Corriere che denunciava lo sprofondamento del delta del Nilo per via dell’innalzamento del livello del Mediterraneo dovuto allo scioglimento dei ghiacci. Mi sembrò un’enorme boiata e andai a cercare l’articolo originale inglese da cui il pezzo di “7” era stato tradotto. Ebbene, era stato tradotto e pubblicato su “7” solo la prima parte dell’articolo originale… nella seconda parte l’autore ammetteva che la tesi della sommersione era debole perchè non poteva agire solo sulla foce del Nilo (l’acqua “fa il piano”) e che il motivo vero della riduzione dell’estensione del delta era dovuta alla diminuzione di apporto di sedimenti, dovuto alla realizzazione della diga di Assuan.

            P.S. a proposito di dighe, conosco e ho molto apprezzato a suo tempo il recital di Paolini sul Vajont, è tragicamente buffo però che tra i paladini degli ambientalisti de’ noantri abbiamo Grillo che è stato condannato definitivamente per l’omicidio di una famiglia (genitori e figlio) in un incidente in montagna con il SUV di Grillo precipitato (Beppe fece in tempo a buttarsi fuori), e Paolini che ha tamponato a morte in autostrada una signora perchè distratto (lo ha ammesso lui stesso). La dea Nemesi agisce beffardamente… pensa al delitto dei delitti, la madre di tutte le stragi: la messa a bando del DDT per colpa di una scellerata campagna ambientalista degli anni ’60… era l’unico insetticida realmente efficace contro la zanzara (e quindi contro la diffusione della malaria che grazie al DDT fu eradicata dall’Italia… Maremma, Sardegna, Lazio ecc.); poi trovarono tracce di DDT nei pinguini (poichè non è biodegradabile entra nella catena alimentare) e qualcuno buttò là – senza mai provarlo – che era potenzialmente cancerogeno. E così per non fare la BUA al pianeta abbiamo avuto in India, Africa ecc. milioni (dico MILIONI) di esseri umani morti di malaria (in India col DDT nel dopoguerra la malaria era stata quasi debellata!) e ancora oggi ogni anno muoiono oltre 700.000 persone di malaria… la zanzara è in assoluto l’animale più letale del mondo e può fare la BUA a noi a colpi di milioni di morti, anzi, mi correggo, può fare la BUA a indiani e africani… perchè se la facesse a noi compresi i verdi, vedresti che se ne fregherebbero delle tracce di DDT in corpo ai pinguini e ne invocherebbero l’uso coi forconi in mano.

          • De Cazzaro Verde ce n e’ gia’ uno che impazza, basta e avanza. Nel tuo piccolo pero’ te lo superi. Quando nel mare si sara’ stabilizzato il 6°continente o anche il 7° fatto di plastica darai la colpa agli ambientalisti perche’ se c era qualche milione d inceneritori a bruciarla i continenti sarebbero rimasti 5. Potresti proporre di provare a ripascere le spiagge con la plastica piu di quanto non lo siano gia’ visto che della tua geniale trovata per la Costa Concordia non ne hanno voluto sapere. Se tu fossi stato piu’ lungimirante (da un profeta in servizio permanente si puo’ esigere)avresti potuto capire che la soluzione era piazzarla davanti a Venezia al posto del MOSE, tanto quelli son 5mld e 12 integralmente rubati da quelli che salvano il Paese dalla follia del no a tutto.
            L erosione colpa dei rimboschimenti voluti dagli ambientalisti e’ da premio Nobel, l’ ennesima lezione a quei somari che rifiutano la scienza(specialmente la tua).

          • dimostri ancora una volta di come siete fondamentalisti e incapaci di comprendere un semplice ragionamento. Io non ho detto che il relitto di nave Concordia andava messo davanti a Venezia. Io ho detto che voi ambientalisti siete così limitati per cui vi adoperate per far mettere un vincolo ambientale (Sito di Interesse Comunitario, SIC) su un relitto ESISTENTE (piattaforma Paguro davanti a Ravenna), ma fate spendere milioni inutilmente per evitare che nave Concordia diventi anch’essa un santuario di fauna e flora marina da successivamente far magari proteggere quale paradiso ambientale, e neanche vi accorgete della contraddizione insita nelle due decisioni.
            Il bello è che sono sicuro che non lo capisci neanche adesso. Come non capisci ciò che dicono tutti gli scienziati, ovvero che la riduzione delle spiagge è dovuta all’aumento dei boschi nei monti, per il declino dell’agricoltura e i rimboschimenti contro il dissesto idrogeologico (non ho detto che i rimboschimenti siano sbagliati, ho detto che a questi si deve la riduzione delle spiagge e non alle multinazionali sporche e cattive).
            Non ti metto neanche uno delle decine di link ad autorevoli articoli di esperti del settore perchè uno come te legge solo il suo libro, quindi sarebbe inutile.

          • L hai sparata grossa come sempre e solo perche’ ti e’ stato fatto notare hai cercato di recuperare in corner. L aumento delle superfici boscate, come dei terreni incolti, non e’ dovuto a politiche ambientaliste ma all abbandono delle coltivazioni montane e collinari. Certo e’ curioso che si attribuisca al fenomeno una causalita’ determinante(ma questa non e’ scienza acquisita come baratti, e”la tua scienza pret a’ porter) e in due kmetrici interventi non si faccia cenno a minuzie quale, solo x esempio, la spropositata, inarrestabile cementificazione del territorio negli ultimi 50 anni. Alla sistematica condominializzazione e villettizzazione dei versanti marini. Alla sistematica eliminazione dei sistemi dunari che gia’ denunciavano mica l associazione vegana di Terapattola ma Ennio Flaiano 50 anni fa( leggi ” La solitudine del satiro”). Con la lungimiranza di tutti i sindaci nazionali che hanno voluto e vogliono il porto turistico in ogni buco di localita’ marina come d altra parte l aeroporto tutti i sindaci dell entroterra, e poi gli spariscono le spiagge sotto il naso. Per non parlare delle innumerevoli concessioni non per dighe,ma x dighine e dighette in ogni dove, delle concessioni escavatorie ovunque e persino nei corsi d acqua finche’ s e”potuto. Che poi questa tragedia della crisi economica ha rallentato tantissimo la benedetta e lungimirante politica nazionale che tanto beneficiava il PIL: che il ceto medio avesse il reddito x farsi la casa al mare, e poi in montagna, e se Dio c aiuta anche in campagna,magari a Monticchiello alla faccia di quel radical chic di Asor Rosa. Poi tanto se al mare non arriva piu niente e’ perche’ gli ambientalisti fanno fare i rimboschimenti. Ti ci vedevo bene ad.andare al Giglio a farti sputacchiare da quei barbari isolani con la tua idea demenziale(bei tempi quando sostenevi che la Concordia era stata tolta perche’ gli ambientalisti volevano salvare un ettaro di poseidonie). Su Venezia neanche percepisci l ironia, la consideri una proposta seria e vivaddio ci fai il diniego. Un colosso come la Concordia pieno di merda di ogni genere, e persino con gente morta recuperata solo col galleggiamento della nave, trattato a bombe per adagiarlo a pezzi nel fondale x la felicita’ ,dei pesci e dei sub, e soprattutto della Costa Crociere che fa inchini spericolati e impuniti dal Giglio a Venezia e poi se gli va male ci lascia, oltre a qualche decina di morti, anche apposito santuario. Che bello! Tutti quei noiosi fondali a roccia e poseidonia non se ne pole piu’, specie i pesci che moiono di noia. Aspettiamo il santuario di Autostrade sotto il fu ponte Morandi.

          • ero sicuro che non avresti capito (e quando mai hai capito qualcosa?) e che ci avresti dato dentro di BENALTRO come hai sempre fatto… la causa principale della riduzione delle spiagge è l’aumento delle aree boscate. O per abbandono dei pascoli o per rimboschimento ambientalista… tutti a piantare l’alberino per salvare il pianeta e poi se la spiaggia si riduce gridano allo scempio ambientale senza attivare il cervello che costa troppa fatica.
            Un’altra concausa di una certa rilevanza (le dighe non influiscono perchè sono RELATIVAMENTE poche) è la ciclicità di certi pattern meteorologici: come la temperatura oscilla nei secoli tra grandi e piccole glaciazioni, così ci sono cicli di maggiore o minore frequenza di mareggiate… un ciclo pluridecennale a forti mareggiate tende ad erodere le sabbie, mentre con il contrario le spiagge aumentano.
            Mentre invece le attività estrattive nei fiumi sono PROIBITE in tutti gli alvei italiani da almeno 30 anni… ma sai ‘na sega te.
            La Concordia non era piena di merda come dici te, in quanto tutti i serbatoi di carburante, di lubrificanti, tutti i bottini di bordo e tutti i fluidi di qualsiasi tipo e natura erano già stati espurgati. Ho voluto solo accostare le due posizioni: spendere milioni e milioni per demolire la Concordia e, contemporaneamente, tutelare un pressocchè identico relitto (piattaforma Paguro avanti a Ravenna) in quanto santuario di specie marine in generale e ittiche in particolare, che in esso prosperano.
            Ma te sei così limitato che proprio non ti riesce togliere gli occhi dal dito e proprio non ti riesce di guardare la Luna che quel dito cerca – inutilmente – di indicarti. Molti abitanti del Giglio (ma sai ‘na sega te) avrebbero voluto la nave Concordia giù nel fondale perchè sanno quanto turismo subacqueo è in grado di attrarre un relitto così. Gli abitanti del Giglio non hanno mai visto tanti soldi come con la vicenda Concordia e hanno imparato presto a chiagnere e fottere, come tutti gli italiani… le spiagge spariscono, Governo ladro.
            Io il tempo con te ce lo perdo (e so che è totalmente perso) perchè a suo tempo sei stato gentile con me… ma te in effetti, chi te lo fa fare?

          • L unica cosa su cui hai ragione in effetti e’ il finale: chi me lo fa fare? Non lo so…ho smesso da molto tempo di cercare di fare il controcanto ai tuoi deliri…chiedo venia se nello svacco della mia spiaggia erosa lo rifaccio mentre c e’ chi si dedica alle settimane enigmistiche,, alle racchette da 300 palleggi, alle bocce etc….io poso paletta e formine e rispondo alle cazzate del Profeta…
            Il quale ha sparato la cazzata dell’ estate attribuendo l erosione ai rimboschimenti voluti dagli ambientalisti ( anzi..ora c e’ addirittura l alberello che si puppa, presumo, un mq di spiaggia). Poi, sara’ l effetto di qualche pasticchina di contenimento , tira fuori delle concause tanto cosi’ per fare, ma perdio, volete mettere l effetto alberello dell ambientalista? E’ come Bolsonaro, programma l abolizione dei fastidiosi ostacoli allo sfruttamento dell Amazzonia, gliene bruciano in ogni dove e lui da la colpa alle ONG.
            Non c e”studio serio, a partire da quelli ministeriali o di ISPRA che non individui nell abbandono di coltivazioni montane o collinari una delle tante concause che drenano gli apporti alle spiaggie. Una, non la principale e marginale rispetto a un contesto di altri piu gravi comportamenti predatori che ho cercato solo di riassumere a mo’ d esempio e che x te sembra che si parli della luna, perche’te non sei il saggio del dito, parli solo della terra guardando la luna. E t attacchi alle escavazioni ORA vietate ( salvo deroghe) quando io ti ho precisato FINCHE’ S E’ POTUTO. Il complesso delle attivita’ umane cui ti ho accennato e che x te sono acqua fresca e’ incomparabilmente motivo piu grave. E allora che si fa, si buttan giu le dighe?si tolgono i porti?No di certo, ma gabellare ogni legittima domanda sulle conseguenza delle nostre azioni sull ambiente in cui viviamo come sega mentale e’ tipico di chi ha la tua forma mentale negazionista , che vuole correre come un treno a 300 h verso tutto quello che fa PIL e non capisce che alla fine ci si schianta. Con te anche dal ridere. Perche’ ogni problematica denunciata dagli ambientalisti e che poi ci ritroviamo regolarmente a costituire grave problema gli viene ritorta contro. Non vale neanche la pena di risponderti ancora sulla Costa Concordia, bastererebbe accennare alle centinaia di tonnellate di materiali ingabbiati dentro. Meno male che ancora qualche volta, solo qualche volta, chi provoca disastri ambientali e’ costretto al ripristino dei luoghi. In genere c e’ sempre qualche genio come te che gli trova la via d uscita. Ah ah…meno male che ho finito le vacanze e torno ad occuparmi di cose piu serie.

          • Ci mancava solo che i tuoi amici anime belle difensori ipocriti e ignoranti dell’ambente chiamassero l’Opificio delle Pietre Dure per restaurare lo scoglio frantumato dall’impatto di Nave Concordia (e se non ricordo male qualcuno l’ha comunque buttata là)… queste sono cazzate altro che!
            Mentre nell’Adriatico i tuoi amici anime belle difensori ipocriti e ignoranti dell’ambente, ottenevano il vincolo di Sito di Interesse Comunitario (SIC) su un altro relitto, la piattaforma Paguro, alla quale peraltro non avevano neanche ripulito serbatoi, bottini ecc.
            IL RESTO NON CONTA… è solo questa contraddizione che mi interessa… è inutile che cerchi di depistare con il giochino del BENALTRO, ti si conosce, non funziona, cadi solo nel ridicolo e lo dici tu stesso.
            E’ come quando riportai l’altra grande contraddizione della Variante di Valico, quando la pora Gae Aulenti scrisse sul Corriere che l’Autosole in Appennino non doveva essere allargata (cosa peraltro che anche un architetto dovrebbe sapere che sarebbe impossibile se non con totale demolizione e ricostruzione) in quanto era ormai diventata un Monumento Nazionale, testimone della società italiana del dopoguerra ecc., MA, contemporaneamente, non se ne doveva fare un’altra (la Variante di Valico appunto) perchè avrebbe comportato uno scempio ambientale che avrebbe ferito mortalmente l’Appennino… il tutto senza rendersi conto che se dopo 30 anni uno “scempio ambientale” diventa un “monumento nazionale” allora, suvvia, basta avere un po’ di pazienza e avremo il Paese pieno di monumenti… perchè per voi Verdi tutte le cose sono brutte (e infatti dite NO a tutto) però quando invecchiano si “storicizzano” e diventano belle… soprattutto se non servono più a un cazzo, allora sì che vi impegnate a vincolarle (vedi l’Archeologia Industriale)… anche allora ti arrampicavi sugli specchi con cento benaltrismi e mille peli nell’uovo su cosa aveva scritto la Aulenti o meno, fino a che dovette intervenire il Direttore (cosa rara) per dire che il senso di quell’articolo era proprio quello da me riferito.
            Tanto per fare altri esempi che tanto non capisci perchè continui a guardare il dito, prova oggi a rimboschire un monte con l’abete bianco anche dove lo stesso è alloctono, ovvero alle quote del faggio, dell’abete rosso e perfino del castagno… i paladini verdi ti scuoierebbero al grido di “scempio ambientale!”, e allo stesso tempo però hanno istituito un Parco intitolato alle Foreste Casentinesi che sono fatte di abeti bianchi piantati mille anni fa dai monaci camaldolesi (che se ne fottevano se erano alloctoni) e poi coltivati dai Lorena… dopo qualche secolo lo “scempio ambientale” è diventato Parco Nazionale.
            Poi viene il suo Presidente (del Parco, non l’ultimo) e ti decanta le bellezze della diga di Ridracoli… ma se gli fai notare che OGGI la diga, che lui elogia e decanta (“ecosistema unico! dà da bere a tutta la Romagna!”), NON si potrebbe neanche concepire perchè avrebbe TUTTE le norme contro… allora vedi che fa l’espressione con gli occhioni spalancati della lepre davanti al TIR e non capisce neppure l’enorme contraddizione: diga bella se esiste, diga assassina se chiedi di farla.
            Stessa cosa quando si parla di tutelare senza se e senza ma il Paesaggio Naturale della Val di Chiana… andrebbe fatto notare a questi ignoranti che il “paesaggio naturale” della Val di Chiana sarebbe una palude puzzolente in cui muori di malaria in 3 secondi, e che l’attuale paesaggio chianino è tutt’altro che naturale, ed invece è TOTALMENTE ARTIFICIALE, ovvero completamente modellato dall’uomo con bonifiche e coltivazioni (ovviamente te che guardi il dito ne dedurrai che io non voglio tutelare la Val di Chiana, mentre è vero l’esatto contrario… a me interessa solo evidenziare l’ignoranza e la retorica dell’ambientalismo all’italiana).
            Tornando alle spiagge ho detto e ripeto che le cause sono molteplici ma tra queste i rimboschimenti tanto cari ai verdi sono tra le principali… solo questo… nella speranza che l’ambientalismo ignorante e ipocrita non faccia titoli del tipo “le spiagge si riducono, la natura si ribella” perchè è un’incommensurabile cazzata.

            P.S. ma visto che ormai il tuo ritorno si è stabilizzato (anche se cambi nick per non farti riconoscere) perchè non riprendiamo anche l’argomento CINQUESTELLE?? dopo oltre un anno di governo gialloverde ce ne sono cose da dire no? ne sei sempre entusiasta? o sei pentito come quell’anima bella di Ivano Marescotti e compagnia bella?
            anche lì a contraddizioni non scherzano no?
            prima NO a LEGA, TAP, ILVA, TAV, Autostrade, PD, ecc. e poi invece SI’ a LEGA, TAP, ILVA, e infine quasi SI’ (basta aspettare un po’) a TAV, Autostrade (gli danno Alitalia) e persino PD.
            Ovviamente la butterai sul fatto che io parlo perchè difendo l’Establishment, le lobbies, le multinazionali, i poteri forti, il complotto pluto-demo-giudaico-massonico del PD ecc. ecc. e che, ovviamente, mi passano 3 milioni di euro al mese cash che neanche Veronica Lario, mentre a te sembra normale che questa schiera di ignoranti scappati di casa che non hanno mai lavorato un’ora in vita loro, viva a sbafo alla faccia del contribuente, contribuendo massicciamente a portarci tutti alla rovina (e non parlo solo dei grillini).
            (e allora il PD?)… e si ricomincia.
            PP.SS. se poi volessimo dare sostanza all’idea dell’amico Avv. Domenico Nucci di fare noi un partito, sulla base del “manifesto” liberale del Direttore, io sarei il primo a cercare di connotarlo e incentrarlo sulle tematiche ambientali VERE, informate, basate sul metodo scientifico e non sul fondamentalismo verde… ce ne sarebbe tanto bisogno, e nessuno in Italia lo fa, tantomeno l’attuale referente Angelo Bonelli che campa di quello e che, con i suoi massimalismi, ha precipitato i verdi nel baratro del partito in via di estinzione (a proposito di Nemesi…)

          • ah ah ah…e’sempre una soddisfazione vedete che come te faccio sbroccare io nessuno…ma io sono in spiaggia e mi diverto, figurati se ho intenzione di tornare su Informarezzo a fare l assistente sociale ai tuoi deliri in servizio permanente. Per un altr anno une rivedi, o forse si, che ne so, il Profeta sei te.
            Hai cominciato col date la colpa dell erosione delle coste agli ambientalisti che fanno rimboschire(il che e’ una bufala gia’ a priori poiche’ l aumento di superfici boscate dipende dall abbandono delle coltivazioni, non dagli occasionali rimboschimenti) e finisci col ” ho detto e ripeto che ci sono cause molteplici”( ma non resisti…la principale sono i rimboschimenti voluti dai verdi). Poi, a conferma del mio Benaltrismo tiri di mezzo nell ordine i paguri, l Opificio, la variante di valico, l autosole, quel che disse Gae Aulenti , io, te il direttore(non ce posso crede),l archeologia industriale, la diga di ridragoli, le foreste casentinesi e l abete bianco, le bonifiche in Valdichiana. E poi il M5 stelle,Marescotti la lega il pd l ilva il tap alitalia autostrade….
            E poi cominci a risponderti da solo a ne mio.
            Io c ho invece solo da dire:
            A Schettino 2..ma bafangulo!
            Ci sentiamo l anno prossimo…forse.

          • dove avrei sbroccato? boh…
            tra quello che dico non c’è una cosa falsa o un’opinione: sono tutte cose oggettive e riscontrabili.
            piuttosto te… la batosta giallo verde ti ha messo KO eh porello… come ti capisco…
            nell’occasione copio e incollo questa che è carina:

            C’è il capitano di questa squadra di calcio che a un certo punto della partita, al 15esimo minuto, quando la sua squadra è in vantaggio per ben 2 reti a 0, prende la palla in mano e dirigendosi verso lo spogliatoio urla:
            “Basta. Abbiamo vinto noi. La partita finisce qui. Passiamo alla prossima”.

            Gli altri restano di stucco: “Ma che stai facendo?!” gli domandano.

            “Come che sto facendo? Me ne vado. Abbiamo vinto. Siamo in vantaggio per 2 a 0. Quindi abbiamo vinto. Voglio giocare la prossima partita”.

            “Ma hai vinto cosa?! Mica è finita la partita. Manca ancora un’ora e un quarto. Le partite di calcio durano 90 minuti, mica 15. E’ la regola”.

            “Ecco qua, i professoroni e le r
            egolone dei professoroni. I 90 minuti dei professoroni. Uh che paura. Uè. Guarda che io non ho paura bello mio. Io sono un uomo libero. Hai capito? Libero. E non ho paura di giocare un’altra partita”.

            “Ma che cazzo c’ent…”

            “Io l’unica regola che conosco è quella dello stadio. E’ quella dei nostri tifosi reali, i tifosi re-a-li che pagano il biglietto, e che lavorano, che stanno in ufficio, che stanno in fabbrica, che fanno la mamma e il papà. Anche a ferragosto. E i tifosi sono con me. 60mia tifosi sono con me. Lo stadio re-a-le è con me. Non lo senti come esulta? Non lo senti come vuole la nostra vittoria?”

            “Veramente solo la tua curva è con te (grazie al cazzo), e non mi pare che la tua curva rappresenti tutto lo stadio”.

            “Non è solo la mia curva”.

            “Certo, anche parte della tribuna ha iniziato a fare il tifo per te, non lo nego, perché pensa che la tua squadra in questi 15 minuti abbia giocato bene. Ma se il tuo gioco fosse stato tutto un bluff? Se tu in realtà non avessi nelle gambe i 90 minuti? Se tu avessi deciso di dare tutto nei primi 15 minuti, andare in vantaggio, e poi fermare la partita proprio perché sai che se la partita fosse durata più di 15 minuti sarebbe venuta fuori tutta la tua reale impreparazione? Tutto il tuo bluff? E’ per questo che le partite durano 90 minuti. Sempre. E per tutti”.

            “Bibbiano”.

            “Eh?”.

            “Bibbiano, Renzi, Boschi, sono un uomo libero, io non mollo, troppi stranieri nel nostro campionato. Il cuore immacolato di Maria. Stadio. tifosi. I miei figli. Nonni. Nutella”.

            “Eh? Ma che ca…. ma stai bene? Stai dicendo cose a caso. Sembri impazzito”.

            “Ah sono impazzito? Sol perché amo la Nutella sono impazzito? Sol perché affido i miei tifosi al Cuore Immacolato di Maria sono impazzito? Non posso credere al cuore Immacolato di Maria? A Gesù? A San Giovanni Paolo? A Padre Pio?”.

            “Ma che…”

            “La verità è che voi avete paura della prossima partita. Avete paura dei tifosi. Io non ho paura dei tifosi. Io non ho nessuna paura a interrompere questa partita ora che mi conviene perché sto vincendo mio caro. Io non ho paura. Io non mollo. Se i tifosi ci sono io ci sono”.

            “Ma cos… Senti. Noi la partita la continuiamo. Se vuoi uscire dal campo fallo pure ma noi la partita la continuiamo”.

            “………. come la continuate?”.

            “Sì”.

            “Ma… ma… Ah ma io vi ho capito. Voi vi eravate già messi d’accordo prima per giocare senza di me”.

            “Eh?”.

            “E’ chiaro. E’ tutto un inciucio che avete fatto con gli avversari. Mi avete costretto a uscire dal campo per poi continuare a giocare da soli contro la volontà dei tifosi”.

            “Veramente i tifosi hanno pagato il biglietto per vedere una partita di 90 minuti e non una partita a chi segna vince. E poi che cazzo stai dicendo? Inciucio? Hai fatto tutto da solo. Te ne stai andando tu. Che c’entriamo noi?”

            “Ah è così? La verità è che voi siete attaccati al campo da gioco”.

            “Sì vabbé ciao”.

            “Io non mollo”.

            “Sì sì, buona panchina”.

            “Il mio telefono è sempre acceso. Non serbo rancore”.

            “Dai ragazzi riprendiamo”.

            “Posso rientrare?”

            “Fottiti”.

            “Metto la maglia del governo giallo rosso anch’io”.

            “Muori”.

            “Bibbiano….. Il cuore… immacolato… la mamma e il papà. Arbitro!!! Arbitro Mattarella!”.

            “Le partite durano 90 minuti. E’ la regola”.

            “Ma…”

            “90 minuti”.

            “Il cuore… bibbia… non mol…”.

          • No…la batosta giallo verde a me mi fa un baffo, io a differenza di quel che cerchi di gabellare te noi l ho mai sponsorizzata l alleanza, vai a controllare i tuoi archivi alla G dopo Gae Aulenti ( buah buah buah), io ho smesso di scrivere su Informarezzo che il governo ancora neanche c era, perche’ le elezioni ti hanno provocato un tale trauma cranico che non era piu possibile intervenire senza che ti manifestassi come caso psichiatrico.Te invece ti sentirai come al solito profetico, ora che il tuo Bomba prediletto,prima ritirando incompiuto dalla politica e poi senatore semplice di Rignano, minaccia la fucilazione a chiunque osi esitare a fare il governo coi 5 stelle. La vita e’ piena di sorprese vero?
            Il tuo apologo e’ cosi’ palloso che giusto io so arrivato in fondo. Ma chi l ha inventato, Gramellini?Mi sembra di essere ai tempi che x dimostrare le tue tesi allegavi in gran pompa link che sostenevano il contrario di quel che dicevi. Ero l unico a leggerli qui dentro e contavi su questo.
            Le mejo battute sulla crisi sono 2 vignette fatte con foto vere: in una ci sono Di Maio e Salvini in un divano e Di Maio gli dice: Guarda che sei stato te a far cadere il Governo. E Salvini, che nella foto tiene le mani giunte, risponde: ma dai…ma se ero al terzo mojito…!
            L altra e’ di oggi e ci sono 2 foto separate di Di Maio e Salvini, ognuno al telefono di spalle;
            Di Majo dice: uff. Che c’e’ ancora?? E Salvini, seduto e con faccia provata : …aspetto un bambino!
            P.S. Non tel a piglia’, i 5 stelle hanno fatto una performance veramente scadente, oltre quel che si poteva temere da chi come me li ha votati senza convinzione ma li ha votati, e sembra che anche x il futuro ci sia poco da sperare, pare proprio che manchino le qualita’. Il paradosso e’ che sentirlo dire dal PD, dalla Lega e company e’ come sentire i buoi dare del cornuto all asino. Comunque sono un grande fan di Toninelli, l unico in Italia ma me ne frego; solo perche’ tutto sto accanimento universale contro nelle questioni dove c e’ veramente il cacio mi puzza.

          • Ieri bello oggi a quest ora ancora un si capisce bene ma il meteo da’ sole. So in Val di Cornia, quest anno vanno le localita’ con le corna. Lo sai Paolo, un collega mi ha raccontato che la moglie e il figlio erano a Cervia e si sono fatti un selfie in spiaggia con Salvini. Mica sono della Lega, ma e’ come farselo con Clooney. Poi dice che uno si gasa e chiede pieni poteri.

          • mi accontento di questa tua autocritica, e del fatto che hai riconosciuto che avevo visto ben chiaramente che da questa feccia non c’era da aspettarsi nulla, mentre te dicevi “dagli almeno una chance”… non si dà una chance a chi – pur di avere uno stipendio, più o meno ridotto – è disposto a dire e fare tutto e il contrario di tutto. Il vuoto assoluto… con tanto di foto con il sangue di San Gennaro, con la fidanzata barbie, col babbo abusivista “ma è mio papà e io ci vojo bene” e quell’altro parac… col distacco dalla politica per non bruciarsi il secondo mandato (che cazzata!) in viaggio in Sudamerica con la sagra famigliola, e la madonnina de Roma che prometteva di far rinascere Roma più bella e più forte di pria, e il risultato DOPO OLTRE TRE ANNI da quando è sindaco è sotto gli occhi di tutti. Basta che sennò vomito… questi deficienti non avevano capito che se al referendum costituzionale vinceva il SI’, avrebbero potuto fare il governo da soli con la semplice maggioranza relativa.
            Renzi resta l’unico politico attuale di una qualche qualità, anche se con le banchette ha fatto un’enorme cazzata (e lo ammette) perchè con poche centinaia di milioni le salvava, e anche se dovrebbe andare a lezioni di furbizia (anche pagando) da qualche De Mita o Pomicino… ma ormai è andata così, e ora per come sono messe le cose non c’è più speranza di niente… ormai tutto il Paese può confidare solo sul nuovo partito dell’Avv. Nucci col programma del Casalini… pensa come siamo messi.

          • Ma quale autocritica, io non sono del M5S e ho sempre mantenuto la mia autonomia di pensiero, te l ho ripetuto 100 volte perche’ non sopporti un contraddittorio normale e omologhi le persone secondo i tuoi interessi polemici, pare che indossi l elmetto e vai alla guerra, ed e’ stato sempre inutile dirti che io non ero l addetto a darti conto di quel che diceva o faceva il M5S.. Una paranoia la tua diventata insostenibile..
            In poco piu’ di un anno e’ successo di tutto, dall accordo gialloverde a Renzi che minaccia sfracelli se il PD non fa il governo coi 5 S. Non c e’ profeta visionario che avrebbe potuto prevederlo senza essere trattato da pazzo. Questa e’ l Italia e si emigra oppure se ne prende atto. I 5S sembrano incapaci di portare avanti i temi forti che li hanno caratterizzati, anche al netto delle enormi difficolta’ che era prevedibile riscontrare dal Governo a Roma nel rivoltare tutta la merda che hanno trovato. Prevale l aspetto propagandistico e pubblicitario dove la Lega li ha surclassati. Vedi ora con la riduzione dei parlamentari….sembra sia uno dei problemi principali del Paese ed e’ indicativo del fatto che si va x spot elettorali piu che guardare ai veri problemi. Io poi so contrario.
            Ci sarebbe tanto da dire ma non e’ possibile qui.
            Tuttavia tutte le problematiche che hanno portato i 5S al governo restano, e Dio ci scampi da trionfali restaurazioni dei ” capaci” che ci hanno portato dove siamo. Sempre meglio un reddito di cittadinanza sgarrupato che gli 80€ del tuo magnifico Bomba, che poi e’ costato molto di piu’. Meglio tentare di bloccare gli sbarchi che la liberalizzazione BombaBoniniana. Meglio rompere le balle a Autostrade che le slinguate alla Del Rio.
            I 5S dovevano, dal 2013, studiare la struttura dello Stato e trovare gente veramente capace x cambiare tutto. Si sono invece costituiti ormai a normale ceto politico trafficone e senza fantasia(avessero avuto 10 parlamentari alla radicale avrebbero stravolto il mondo)
            Ma la situazione e’ universalmente tragica, dalla Lega al PD e dintorni, per cui mi domando se in una nuova elezione non mi troverei alla fine a riscegliere obtorto collo i 5S.
            Vedi quanto so perverso.
            Ora basta, le ferie son finite e non interverro”piu.

          • te non sei grillino ma hai polemizzato come il più grillino dei grillini e poi dici che li hai votati e che li rivoterai. A casa mia uno così è un grillino… forse un grillino a sua insaputa ma è certamente un grillino. Quindi grillino sei e grillino resti.
            Speravi nei grillini per un cambiamento che risultava chiarissimo anche a Josè Feliciano che non sarebbero mai stati in grado di fare perchè in realtà non gliene importava un cazzo di niente.
            Come adesso a Giggino… dei poveri, dello stato sociale, degli iteliani non gliene fotte una cicca… pensa solo a rimanere lì dove è arrivato e a difendersi dalle insidie di Fico, Dibba e persino Conte.
            Tutti bravi a criticare il Bomba, l’Ebetino di Rignano, il Renzi in particolare e il PD in generale… ma con loro il PIL cresceva dal meno a quasi il più 2 per cento. Con l’Avvocato del Popolo è ripiombato in pochi mesi a zero… UN ANNO BELLISSIMO!
            e digli al fascio qui accanto che ti spalleggia che sono perfettamente sobrio, e per niente nervosetto e che pensi alle macerie del suo partito di simpatizzanti del littorio che in quanto a corruzione (da Gianfranco Fini agli scandali locali tipo Variantopoli e il recentissimo Consulenzopoli) non ha da imparare da nessuno.
            E visto che lo fai te lo faccio anche io: ribadisco che io non sono del PD, non ho mai avuto alcuna tessera di partito e men che meno del PD, e non ho neanche mai partecipato ad una riunione del PD… e personalmente sono nettamente contrario al costituendo governo giallo-rosso (anche se rispetto all’anno scorso i rapporti di forza sono nettamente cambiati… allora i 5S erano trionfanti, oggi hanno più che dimezzato i consensi!). Ma il PD ha dimostrato di essere l’unico a saper governare questo Paese e fino a che non arriva qualche altro partito che dimostri di riuscire a fare altrettanto, sarebbe meglio pensarci bene prima di permettersi il lusso di fare i distruttori da salotto… distruggere è facilissimo, costruire è molto più difficile.

          • Io sono quel che sono.
            Lo so…non mantengo le promesse… come fossi un grillino qualsiasi…avevo detto basta non interverrò più….faccio sempre così..il fatto è che ogni tanto ti leggo..le tue profonde riflessioni sui guasti dell’ambientalismo, vera catastrofe dell’Italia e dell’ umanità intiera….sulla situazione politica…sul mercato delle pellicce…le profezie del giorno che poi puntualmente ti complimenti con te stesso per averle azzeccate tutte… cose che mi ispirano profonde riflessioni…ad esito delle quali mi faccio spesso un serio esame di coscienza… e dopo aver riconosciuto dentro di me “perbacco…B.C… che lucidità di pensiero… “… mi convinco che l’unica soluzione è fare il primo governo Virginia Raggi.
            Addio per sempre.
            https://youtu.be/jpTcfPsso4g

          • Però il dibattito è il sale della nostra civiltà. Ci abbiamo messo 3 secoli per arrivare a capire come deve essere il confronto delle idee. A volte ci tocca sopportare una certa matrice clericale (Il clericale domanda la libertà per sé in nome del principio liberale, salvo a sopprimerla negli altri, non appena gli sia possibile, in nome del principio clericale) ma per fortuna nostra e nonostante Pillon, la Binetti, Gandolfini e Salvini, ancora i principi del liberalismo mi sembrano saldi. Personalmente mi sono sempre lasciato interrogare dai vostri interventi. Anche se a volte andavano sfrondati dagli eccessi dialettici e dalle iperbole ideologiche, sempre ho trovato modo di approfondire, magari pei cazzi miei alcune affermazioni. L’Aventino può essere rilassante ma mai utile al popolo.

          • No, se il dibattito diventa in un certo modo, e mi riferisco a più di un anno fa, la questione diventa un caso psichiatrico e così invasivo che bisogna porsi il problema di non rompere le balle al popolo, che non ha certo bisogno di noi, e avere un po’ di senso del pudore, per se stessi e per gli altri…per non parlare di quello che era diventato Informarezzo Ma se non te ne rendi conto te che te devo dì? Con stima.

          • eh si, i tuoi addii così definitivi fanno tenerezza… torna presto che con te mi diverto… non mi lasciare solo con questi imbecilli (e pure amici di corrotti) che sanno solo dare del briaco.
            Te ridi del mercato delle pellicce e invece ti dovresti incazzare con i media quando titolano “raggiunta la temperatura record più alta di sempre” e poi solo i più onesti aggiungono piccolo piccolo “da quando vengono misurate le temperature”… grazie al cazzo! le temperature si misurano solo da un paio di secoli, ovvero a partire da quella che tutti chiamano “piccola glaciazione” quando le pellicce venivano pagate a peso d’oro… ma te fai il sarcastico con lo snobismo di chi la sa lunga e deride i bomba e i BC e poi lecca il culo ai ciarlatani alla grillina che lo portano a sbattere insieme ad altri 60 milioni di italiani, il popolo più furbo del mondo… chi c’è di più furbo di quello che mangia l’uovo quando è ancora nel culo della gallina? o quello che si mangia la gallina ovaiola perchè non fa 4 uova al giorno, trovandosi così senza uova del tutto?
            Non è un caso che nel gergo della climatologia una piccola glaciazione si chiama “deterioramento” mentre un piccolo periodo caldo si chiama “optimum”… optimum miceneo, optimum romano, optimum medioevale… si chiama optimum perchè con temperature più alte la vita era più facile, il cibo più abbondante e la mortalità si riduceva.
            Ma se uno ha come unica mentalità fin da ragazzo che occuparsi di politica significa solo dire “governo ladro” e magari lodare (neanche più i grillini lo fanno) uno come Toninelli solo perchè fa il Ganassa con i poteri forti di Autostrade… salvo poi dargli Alitalia in un piatto d’argento (ad Atlantia), non c’è speranza di vederlo ragionare.
            L’amazzonia brucia, la Siberia brucia, ma più di tutti brucia l’Africa e nessuno ne parla, come nessuno dice che ciclicamente questi vasti incendi ci sono sempre stati e, paradossalmente, sono anche un rinnovo naturale di flora e – ahimè – fauna… e che immettono in atmosfera molta più CO2 e diossine delle attività antropiche. Il modello non dovrebbe essere un bosco lasciato a se stesso ma un bosco coltivato, con piante diradate e col sottobosco controllato… ci sarebbe meno biomassa ma ci sarebbero molti meno incendi e il bilancio tra CO2 fissata dalla funzione clorofilliana e CO2 prodotta da incendi sarebbe positivo… ma già non mi segui più… sappi solo che gli incendi in Amazzonia ci sono sempre stati e quelli di quest’nno sono tutt’altro che eccezionali.
            http://www.climatemonitor.it/?p=51457
            Sì è vero, dici bene, le mie previsioni si sono sempre avverate, e non solo quella che questo governo avrebbe fatto schifo… e si avvererà anche la madre di tutte le previsioni, quella di “orto, polli, fucile” e mi dispiace solo per quelli la cui vita dipende dal welfare e dai farmaci salvavita che assicura… amen e così sia.
            Dai che ora che ti sei tolto da sotto il sole di Cornia forse qualcosa in più riuscirai a capire… le basi le avresti, ma è la rabbia che hai in corpo da 50 anni che t’avvelena e così dileggi, sfotti, deridi con le frasi trolline tipo “la pasticca che prendi” o amenità simili, astenendoti solo dal classico “ma chi ti paga?” ma solo perchè mi conosci.
            A presto.

          • Anche io credo che ci siano degli eccessi narrativi. Ma non è solo e soltanto eccesso.
            Che nel Pacifico ci sia una isola di rifiuti di plastica grande quanto la penisola iìberica è visibile anche dalle foto satellitari. Che facciamo? Aspettiamo di galleggiare in un mare di rifiuti prima di prendere provvedimenti?
            Che immettiamo nell’atmosfera un mare di merda è altrettanto vero. Se avessimo un mappamondo col diametro di un metro (bello grande) l’atmosfera respirabile sarebbe una pellicola di 4 mm attorno. Molto poco!
            Il buco dello Ozono lo abbiamo provocato col freon.
            Il particolato di plastica è ormai anche nei ghiacci dei poli.
            Nel k2 ci sono 8 tonnellate di rifiuti abbandonati nei pressi della vetta.
            Le orbite terrestri sono diventate pericolose per i rifiuti spaziali che girano.
            Ma che cazzo di civiltà è la nostra? Non possiamo continuare a bischeri sciolti. Che cosa lasceremo in eredità ai nostri figli? La nostra generazione (ma forse piu’ quella precedente) sarà ricordata come quella degli inquinatori folli?
            Non amo gli eccessi, nemmeno quelli degli ambientalisti esagitati, ma nemmeno pensare che va tutto bene sora la marchesa. No, non va tutto bene!
            Se sono state emanate norme kafkiane per regolamentare l’edificazione è perché la lobby delle villette a schiera se gli dai un dito si prende tutto il braccio. I comuni largheggiano per aumentare i residenti e incassare gli oneri. E’ per questo che si fanno norme bislacche per cercare di limitare i danni.
            Quando costruirono S. Apollinare in Classe, la chiesa era prospicente al porto. Oggi dista 12 km.
            Il mare (e il fiume) da e a volte prende. Ci sono periodi piu’ caldi e piu’ freddi, l’importante è non interferire coi cicli attraverso l’inquinamento, perché nessuno è ancora in grado di fare un modello matematico serio, su quali potrebbero essere le reazioni del pianeta a queste interferenze. Perché rischiare?

          • l’Amazzonia produce solo il 6% (e quasi tutto se lo consuma da sola) dell’ossigeno prodotto nel pianeta da vegetali marini e terrestri… la taiga e la tundra, grazie allo scioglimento del permafrost, ne produrranno sempre di più. Leggi questo interessante articolo:
            https://it.businessinsider.com/amazzonia-non-preoccupiamoci-per-lossigeno-non-e-il-polmone-verde-del-mondo-e-ne-produce-molto-meno-del-20-ma-per-la-co2/
            purtroppo quelli che te chiami “eccessi narrativi” possono costare anche milioni di morti… lo so mi ripeto, ma il caso DDT è altamente emblematico. National Geographic stima in 2 milioni di morti per malaria IN PIU’ per via della messa al bando del DDT, dovuta agli eccessi narrativi del DDT trovato nei pinguini.
            Il rispetto dell’ambiente è una cosa seria, molto seria, e non ha bisogno di “eccessi narrativi”… nel tuo programma su cui l’Avv. Nucci vuole costruire un partito, devi iniettare molte più tematiche ambientali… ma senza “eccessi narrativi”… quelli servono solo a creare fenomeni come la piccola Gretina che ora è spaventata dalle onde dell’Atlantico… lei non poteva andare in America in aereo che inquina troppo… senza rendersi conto che il veliero di Casiraghi che la porta là ha un’impronta ecologica mooooolto superiore di un posto in economic class di un 737 di linea.

          • Si infatti è così.
            Come ci siamo detti all’incontro della settimana scorsa col Casalini noi ci proviamo perché è giusto passare all’azione.
            Il mese di settembre lo destiniamo pertanto ai contributi dei lettori e commentatori che potranno, se lo vogliono, inviare proposte, suggerimenti e adesioni al Casalini su Informarezzo o alla mail domeniconucci11@gmail.com.

          • Ho persoezz ora a rispondere col cellulare e stamani il commento non c e’ piu. Il solito complotto tra te e il Casalini. Ma meglio cosi’…poi me domando come se pole perdere tanto tempo con te, foss anche che si e’ al mare in una spiaggia ogni anno piu erosa

      • lo so siamo una democrazia parlamentare, sarebbe comunque un governo costituzionale bla bla bla
        continuo comunque a non vedere un bell’esempio di democrazia in un governo di non eletti o di trasformisti, sia che servano alla destra che alla sinistra, e tanto meno mi sembra democratico assistere allo stravolgimento dei programmi per i quali un partito ha preso il voto degli elettori.
        forse (apriti cielo) non è la Costituzione più bella del mondo visto che non si riesce mai a terminare una legislatura e siamo in balia dei poltronari o di chi apre una crisi sulla base dei sondaggi favorevoli

        • Oltre alle bislacche teorie fiumane di quel risultato di una purga, direi che siamo di fronte all’ennesimo stravolgimento della volonta’ popolare, ma e’ democrazia, e tra un po’i 5 stelle saranno gli statisti del domani, fulgidi esempi di buon governo, non fu D’Alema a definire la lega costola della sinistra dopo averla demonizzata a piu’ non posso?.

          • Si. Ma quell’occasione è bene non ricordargliela ai leghisti. Non fu proprio un momento di fulgida coerenza!

          • Perche’ andare al governo con i 5 stelle lo e’ stato? il cercare la crisi ma anche no, lo e’ stato? ma per piacere lega una s..a

          • Ad essere onesti in quel momento non c’erano alternative. Con il parlamento diviso in tre parti inconciliabili tra di loro, l’alternativa era un governo tecnico che andasse bene a tutti o tornare a votare all’infinito fino a che non succedeva qualcosa. Riconosco tuttavia che il M5S in questo anno è atterrato dall’empireo mondo della protesta a prescindere e ha preso contatto con la realtà che è spesso diversa dalla bella teoria. E’ stato un anno di campagna elettorale permanente per entrambi, ma soprattutto per Salvini, che ha pensato solo a far crescere il consenso e a tempo avanzo anche a fare il ministro dell’interno. Il M5S resterà però l’ago della bilancia per 5 anni. L’elettorato italiano tuttavia è folle: in 24 mesi ha fatto passare il movimento dal 25 al 32, poi al 18 e adesso ci dicono all’11%. Milioni di voti che saltellano da destra a sinistra nel giro di pochi mesi. Un po’ di volatilità la capisco, ma andando dietro a le paturnie bisognerebbe votare ogni sei mesi…

          • scusi ma che senso ha per il pd fare un governo con quelli che lei ha più volte definito come cialtroni, minorati, ignoranti, improvvisati e somari?
            un governo a fianco di individui del genere che risultati puo’ raggiungere?
            per me l’unico risultato che raggiungeranno, purtroppo, sarà quello che far schizzare salvini al 60%.

          • guarda che a lega e fdi non conviene andare alle elezioni ora, vi conviene andarci dopo che avranno governato e vi avranno fatto arrivare al 75%.

          • Proabilmente e’ vero, ma ho la sensazione che un governo tipo quello in gestazione, darebbe il colpo di grazia alla nazione, per cui: meglio meno voti ma piu’ Italia.

          • Ma proporre il “basta elezioni” e formare i governi in base ai sondaggi?
            Ogni Lunedì si ascolta Mentana e si rimpasta tutto col lievito madre dei like sui social. Oramai conta più questo tipo di democrazia mediatica da stadio che quella solitamente intesa, mi pare.
            Boh…

  4. Vero, in poche parole la sovranita’ popolare va bene solo quando le elezioni le vince il PD, gli altri sono abusivi.

    • e che palle! ma che t’ha fatto il PD? t’ha messo in galera a Ventotene? t’ha espropriato la casetta? t’ha decurtato la lauta pensione?
      quali gravi limitazioni delle tue libertà personali ha perpetrato su di te il PD, affinchè tu ce l’abbia così tanto con quel partito da odiarlo in maniera così faziosa e poco oggettiva?
      forse ti ha negato la possibiità di avere governanti col braccio teso e il fez che ogni due minuti dicano “me ne frego” oppure “noi tireremo diritto” così da titillare la tua perversa bramosia per cui ti veniva duro solo dopo qualche decina di “eia eia alalà”?
      ti do una notizia: ne puoi uscire!
      non sei condannato in eterno a odiare lo sporco bolscevico così come hai imparato dal nonno e dal babbo… puoi anche riuscire a intravedere del buono in una classe politica che odi ma che – con tutti i suoi difetti, e neanche pochi – ci ha assicurato 75 anni di libertà e prosperità (e anche a caro prezzo).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here