“La signorina nessuno” incanta Piazza Grande.

0

Giorgia Soleri, compagna di Damiano frontman dei Maneskin, chiude Arezzo Moonlight Festival

La nota e apprezzata influencer e modella ha presentato il suo libro di poesie “La signorina Nessuno”. Sold out nel salotto letterario allestito da Confesercenti e dalla Feltrinelli con il patrocinio della Camera di Commercio di Arezzo e Siena e del Comune di Arezzo, con la collaborazione della Fraternita dei Laici, della Fondazione Arezzo Intour, di Discover Arezzo e grazie al contributo della Banca di Anghiari e Stia, di Italia Comfidi, di Estra e di Italplan.
Cala quindi il sipario sulla prima edizione del festival al chiaro di luna che ha ravvivato l’estate aretina offrendo nove appuntamenti culturali che hanno coinvolto undici autori grazie alla direzione artistica di Gabriele Grazi. È stata una partecipata maratona di presentazioni con le quali gli organizzatori hanno saputo raccogliere un pubblico di lettori di ogni età grazie al ricco e qualificato programma che ha visto alternarsi Carlo e Renzo Piano, Gabriella Genisi, Matteo Giusti, Giampaolo Simi, Francesco Recami, Peter Stein, Simone Tempia, Giacomo Gorini e Alan Friedman. Gran finale con le poesie di Giorgia Soleri con le quali va in archivio un’edizione di successo.
“Durante le presentazioni in piazza Grande gli autori hanno permesso di dibattere su temi di attualità, economia e tanto altro catturando l’attenzione di lettori di ogni età. All’Arezzo Moonlight si è parlato di argomenti che spaziano dalla ricerca dello sviluppo della bellezza nelle città, al genere giallo fino ai temi legati all’economia, sull’attuale situazione geopolitica, al teatro e alla ricerca scientifica. La conclusione con Soleri è stata una riflessione tutta al femminile apprezzata dai lettori” spiega il direttore artistico Gabriele Grazi.
Calato il sipario gli organizzatori pensano al bis. “Intendiamo non disperdere il valore di un evento” commenta la direttrice di Confesercenti Valeria Alvisi “che ha saputo contraddistinguersi fin dalla prima edizione, riuscendo a creare interessanti occasioni letterarie nel cuore del centro storico cittadino”.