Doveva essere la partita della svolta: rappresenta l’ennesimo fotogramma di una frana inarrestabile. 

0
di Alessandro Artini
L’Arezzo continua a perdere e resta sconsolatamente ultimo nonostante la campagna acquisti.
Stellone non riesce a invertire la rotta e perde la terza gara di fila della sua gestione e la partita dura meno di dieci minuti poi gli avversari prendono in mano la partita e la risolvono a metà ripresa con Pasquato.
A decidere la sfida del Città di Arezzo ci pensa l’attaccante che raccoglie con il sinistro uno spiovente da fuori area e di destro supera Sala con un pezzo di altissima scuola.
La squadra di casa prova generosamente a riportare le sorti della gara in parità ma i rossoblù, seppur privi di tre pezzi da novanta (Malaccari, Megelaitis e Signorini), controllano senza troppi affanni.
Gli amaranto mai in grado di produrre qualcosa in fase offensiva: lo spettro della retrocessione comincia ad essere sempre più vicino.