La mongolfiera di Giovanni Raspini atterra a Monte San Savino

0

La mongolfiera di Giovanni Raspini atterra a Monte San Savino.

Sarà ospitata nel Palazzo dei topi d’argento, atelier per esposizioni e spazio narrativo del brand toscano del gioiello

Monte San Savino (AR) – 26 novembre. L’appuntamento è alle ore 12.00, presso la piazza di Monte. È allora che la meravigliosa mongolfiera in bronzo realizzata dall’istrionico designer di gioielli, Giovanni Raspini, sarà finalmente esposta alla presenza della popolazione e delle autorità locali per far bella mostra di sé. La scultura “atterra” sulla deliziosa terrazza del Palazzo dei topi d’argento, atelier creativo del brand, dopo aver viaggiato lungo tutta la penisola accompagnando i gioielli unici, oggetto della mostra Il giro del mondo in 80 gioielli.

Ho sempre sognato di volare in mongolfiera”, ci dice Giovanni Raspini, “sorvolare il globo terracqueo in lungo e largo sospinto dai venti, con i cinque continenti che si srotolano sotto i miei occhi per mostrare tutta la loro bellezza. Ecco allora nascere la grande mongolfiera in bronzo: l’ho disegnata e realizzata con gli scultori Lucio Minigrilli ed Erika Corsi, fusa presso la Fonderia Artistica Art’ù di Firenze mediante l’antica tecnica della cera persa. Nonostante sia alta un metro e venti e pesi oltre 100 chilogrammi, grazie ai suoi decori e festoni offre un senso di leggerezza ed eleganza che mi riempie d’orgoglio. “L’aerostato – racconta ancora Raspini – “è simulacro e metafora delle grandi mostre di pezzi unici di gioielleria ospitate nel palazzo, una sorta di nave dei cieli che, con i suoi tre passeggeri sui generis, tre iguane ingioiellate, si fa anticipazione di quel mondo fantastico che si può visitare all’interno del palazzo.”

Il Palazzo dei Topi d’argento

Un giorno di festa. Per l’occasione il Palazzo dei topi d’argento sarà aperto al pubblico durante l’intera giornata di sabato 26 novembre, dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Da quella data, la mongolfiera di Giovanni Raspini rimarrà esposta all’esterno del palazzo, in bella vista, contribuendo ad arricchire la meravigliosa coreografia di piazza di Monte e del borgo toscano, messaggio di poetica speranza affinché la curiosità e la passione per la ricerca della bellezza non siano mai sopiti.

EVEN MORE NEWS