Inflazione, Toscana una delle regioni dove gli aumenti sono piu’ forti

0

INFLAZIONE: ECCO LA CLASSIFICA DELLE REGIONI DOVE I PREZZI AUMENTANO DI PIU’

 

TOSCANA AL 7° POSTO CON UN TASSO DEL 12,2%. STANGATA ANNUA DA +4.278 EURO A NUCLEO RESIDENTE

 

Sulla base dei dati definitivi dell’inflazione diffusi oggi dall’Istat, il Codacons ha stilato la classifica delle regioni dove i prezzi al dettaglio ad ottobre hanno registrato gli aumenti più pesanti. Un incremento quello dei listini che ha effetti diversi sulle famiglie, a seconda della regione di residenza – spiega il Codacons – La spesa annua per consumi dei nuclei residenti, infatti, è fortemente diversificata sul territorio, con le famiglie del nord che spendono di più rispetto a quelle che vivono nel Mezzogiorno.

Questo significa che il tasso di inflazione ha effetti differenti sulle tasche dei consumatori. Considerata la crescita dei prezzi registrata dall’Istat ad ottobre nelle varie regioni, e senza considerare possibili tagli dei consumi da parte delle famiglie, il Codacons ha elaborato la classifica delle regioni italiane dove i listini al dettaglio crescono di più, e i conseguenti effetti sulla spesa dei nuclei residenti.

 

 

 

Inflazione    Maggiore spesa annua a famiglia

 

SICILIA                   14,4%         +3.487 euro

LIGURIA                 13,8%         +4.139 euro

SARDEGNA           13,6%         +3.616 euro

ABRUZZO              12,9%         +3.395 euro

UMBRIA                  12,7%        +3.728 euro

EMILIA ROMAGNA 12,5%        +4.360 euro

PUGLIA                   12,2%        +2.922 euro

TOSCANA              12,2%         +4.278 euro

TRENTINO A.A.      11,9%        +4.272 euro

ITALIA                 11,8%      +3.625 EURO

VENETO                 11,8%         +3.796 euro

FRIULI V.G.             11,3%        +3.540 euro

LAZIO                      11,3%         +3.769 euro

CALABRIA               11,2%         +2.686 euro

MARCHE                 11,1%         +3.200 euro

MOLISE                   11,1%         +2.892 euro

PIEMONTE              11,1%         +3.440 euro

LOMBARDIA            11%           +3.913 euro

CAMPANIA              10,9%         +2.765 euro

BASILICATA             9,3%          +2.235 euro

VALLE D’AOSTA      8,8%          +2.962 euro

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here