“Monte Al Centro” fa il punto: “Continueremo a svolgere un’opposizione propositiva e costruttiva”

0
Claudio Valdambrini

Il gruppo di minoranza “Monte Al Centro” fa il punto:

Continueremo a svolgere un’opposizione propositiva e costruttiva”

La lista guidata dal capogruppo Claudio Valdambrini e dal consigliere Sara Arezzini punta il dito su tematiche fondamentali per la comunità, non risolte dalla nuova giunta di Monte San Savino

Il gruppo di minoranza “Monte Al Centro” rappresentato in consiglio comunale dal capogruppo Claudio Valdambrini e dal consigliere Sara Arezzini fa il punto della situazione della propria attività di opposizione svolta nel 2022, con un’intervista ‘doppia’, e pone all’attenzione della giunta di Monte San Savino alcuni temi fondamentali per la vita e la sicurezza dei concittadini.

– Quali sono, consigliere Valdambrini, le problematiche più urgenti da affrontare nel comune di Monte San Savino?

Dopo 7 mesi di mandato sono molti gli argomenti che secondo noi la Giunta dovrebbe affrontare con maggiore attenzione: la sicurezza stradale, il piano triennale delle opere pubbliche, l’elaborazione di un progetto per la creazione di un polo socio sanitario nelle frazioni, la revisione dell’illuminazione, in modo da gestire al meglio i costi, sono solo alcuni dei temi che vanno approfonditi e a cui bisogna trovare un’adeguata soluzione. A Borghetto, per esempio, i marciapiedi sono distrutti, a tratti praticamente inagibili e non vi è il minimo controllo da parte della autorità. Siamo coscienti delle difficoltà economiche che stiamo attraversando ma serve un piano pratico, strategico, attuabile fin da subito per non mettere a repentaglio la sicurezza dei nostri concittadini. Si parla di un ingente investimento per l’apertura di una porta nel capoluogo, nulla in contrario, ma secondo noi sarebbe più opportuno, in questo momento, dare priorità ad altri settori (sanità, illuminazione, parcheggi,…)

– Cosa si aspetta dal 2023?

Fino ad oggi la Giunta ha portato avanti alcune iniziative deliberate dalla precedente giunta Scarpellini, togliendone dal piano Triennale delle Opere Pubbliche molte altre. Rimaniamo in attesa di vedere come la Giunta Bennati vorrà improntare i prossimi mesi, a livello di investimenti ed opere pubbliche. Al momento le decisioni che ha preso sono poco condivisibili da tutti i punti di vista. Le frazioni, definite dal sindaco Bennati in campagna elettorale ‘parte integrante del territorio’ sono al momento ‘messe all’angolo’. Le opere previste ad Alberoro e Montagnano sono state stralciate: tra le altre il recupero delle ex stufe del Borghetto, per cui la precedente amministrazione aveva votato un piano di indirizzo e aveva previsto una somma economica da poterci investire per realizzarci un centro di aggregazione sociale con la possibilità di utilizzarlo anche come polo sanitario per le frazioni, e la rotonda all’ingresso di Montagnano. In contrapposizione totale con il nostro pensiero è l’indirizzo dato all’azienda Monteservizi, che dovrebbe avere come mission fondamentale il benessere dei cittadini e non la promozione del territorio per la quale si potrebbero utilizzare altri fondi disponibili.

– Sara, a proposito delle frazioni, ci sono novità sull’apertura del punto prelievi di Alberoro – Montagnano?

Abbiamo presentato un’interrogazione in merito. Nella risposta che ci è stata fornita da Sindaco e da consigliere delegato si parlava di una data ‘indicativa’ di consegna del bene alla Ausl 8 entro la fine del mese di gennaio. Al momento però non ci sono ulteriori novità, né ci è stata comunicata una data di effettiva apertura. Alcuni giorni fa un concittadino ci ha segnalato che anche il dentista che veniva al distretto di Monte San Savino, per il momento, non verrà più. Ci auguriamo sia una situazione provvisoria. Non vorremmo che, di questo passo, vengano diminuiti sempre di più i ‘pochi’ servizi che sono rimasti nella nostra zona.

– Si è parlato di un parcheggio nel campo polivalente di Monte San Savino. Cosa ne pensate della soluzione?

Si, questo è quello che ha pensato l’attuale Giunta. Convertire il campo polivalente di Monte San Savino in un parcheggio è il progetto che sta portando avanti il sindaco Bennati supportato dall’assessore Liberatori. L’unico campo, vogliamo ricordare, in cui i ragazzi possono giocare perché non concesso a società sportive. Ci sembrerebbe veramente una grande ingiustizia, oltretutto per un impegno di spesa di 95.000 euro! A tal proposito dobbiamo sottolineare anche il totale stato di degrado in cui riversano le palestre comunali. Chiederemo al nostro ‘governo comunale’ cosa ha intenzione di fare e quali progetti attuerà.

Molti dei progetti ‘sbandierati’ in campagna elettorale da Bennati e co. sono completamente spariti: il tema della riorganizzazione della raccolta differenziata, per esempio, cavallo di battaglia della lista vincitrice è stato ‘riciclato’. Sostegni ai cittadini: quasi nulli. Da parte nostra – concludono i consiglieri Valdambrini e Arezzini, a nome della lista “Monte Al Centro” – continueremo ad informare i cittadini delle nostre azioni e proposte e a svolgere il nostro ruolo di opposizione in termini propositivi e costruttivi, ascoltando e sostenendo la nostra comunità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here