I DIMENTICATI DELLA E45 LANCIANO UN APPELLO

0

Sono ormai passati ben 16 giorni dalla chiusura della E45,e nonostante i ripetuti appelli fatti, ad oggi il governo non ha ancora preso nessun provvedimento nei confronti sia dei lavoratori che ad oggi si ritrovano in ferie forzate, sia dei gestori delle aree di servizio e di tutte quelle attività ormai in forte sofferenza a causa dell’elevato costo che devono subire nel trasporto delle proprie merci a causa della chiusura della E45. Vogliamo nuovamente ricordare che ormai siamo agli sgoccioli, e mancano pochissimi giorni prima che comincino ad arrivare i primi licenziamenti a causa della fine delle ferie maturati dai dipendenti. Si parla di quasi 60 dipendenti nell’immediato e più del doppio nel giro di qualche settimana. Chiediamo nuovamente che il governo attivi subito gli ammortizzatori sociali per i dipendenti e che la regione Toscana, come fatto in Emilia Romagna, stanzi i fondi per dare aiuto alle aziende in grossa difficoltà. È necessario inoltre il ripristino della viabilità alternativa, la vecchia Tiberina 3bis, oltre ovviamente alla messa in sicurezza e alla riapertura in tempi brevi della E45. Lanciamo un appello a tutti gli operatori economici e aziende di trasporto di vario genere ad unirsi alla protesta del nostro comitato, mettendosi in contatto con noi, tramite la nostra pagina Facebook “i dimenticati della E45”, per organizzare una grande manifestazione nei prossimi giorni che coinvolga tutti coloro che sono colpiti dalla chiusura della E45.