Guardia di finanza Arezzo. Denunciato falso finanziere.

0

Le fiamme gialle della compagnia di San Giovanni Valdarno hanno segnalato alla procura della repubblica di Arezzo un uomo, che si e’ qualificato falsamente come appartenente alla guardia di finanza.

Il soggetto, a seguito di una lite con il titolare di un esercizio commerciale montevarchino, scaturita per futili motivi, con pesanti minacce e insulti, ha tentato di danneggiare le strutture aziendali, peraltro, millantando di essere un militare in servizio presso la guardia di finanza e paventando controlli e sanzioni.

Questo è il quadro emerso e cristallizzato con le immediate attività di riscontro esperite dai “veri” finanzieri di San Giovanni Valdarno, a seguito di denuncia sporta, da parte dell’imprenditore, vittima delle angherie.

La ricostruzione dell’accaduto – operata tramite le telecamere delle aziende, le testimonianze incrociate delle persone informate sui fatti ed i riscontri alle banche dati in uso al corpo – ha portato a confermare quanto lamentato dal denunciante.

Addirittura, durante la parte più accesa della lite, per far valere le proprie ragioni e dimostrare la propria appartenenza alla guardia di finanza, l’uomo ha esibito un lampeggiante blu, simile a quelli in dotazione alla forze dell’ordine.

Pertanto, al “falso” finanziere vengono ora contestati vari reati, tra cui “minaccia” ed “esercizio arbitrario delle proprie ragioni mediante violenza sulle cose”, per quanto attiene alla lite, assieme a “usurpazione di funzioni pubbliche” e “possesso di segni distintivi contraffatti”, per aver ostentato la falsa appartenenza al corpo.

Si coglie l’occasione per invitare tutti i cittadini a segnalare al reparto più vicino oppure al numero di pubblica utilità “117” eventuali casi analoghi.

Si ricorda che tutti i militari del corpo della guardia di finanza sono muniti di tessera personale di riconoscimento, completa di foto e numero di matricola, che deve essere esibita durante l’effettuazione dei controlli.