Gruppo Consiliare Alleanza per Bucine sulla differenziata “pessimo dato fatto registrare dal nostro Comune”

0

Il gruppo consiliare Alleanza per Bucine, nostro malgrado, non può fare altro che sottolineare ancora una volta il pessimo dato fatto registrare dal nostro Comune contenuto nei numeri pubblicati dall’agenzia Regionale Recupero Risorse per l’anno 2021.

Anche quest’ anno purtroppo i numeri ci attribuiscono un dato sconfortante al cospetto degli altri comuni del Valdarno. La lista Alleanza per Bucine rileva come il capoluogo della Valdambra faccia registrare un misero 43 % di differenziata al cospetto di una media del Valdarno di quasi il 60%. Vediamo inoltre Comuni a noi vicini come Montevarchi 54% , Terranuova 65% e San Giovanni 54% come fanno registrare dati assai migliori, per non parlare di Comuni a noi confinanti come Civitella 75,74% e Monte San Savino 73,79%. Si pensi inoltre che nell’ultimo anno la raccolta differenziata a Bucine è aumentata soltanto di un misero 1,47% rispetto ad una media del Valdarno del 3,45% cioè il doppio.

Siamo dinnanzi ad una politica sui rifiuti condotta negli anni dall’amministrazione a guida Nicola Benini, che fa acqua da tutte le parti e che non vede alcun segnale di svolta.

Inoltre rimangono irrisolti i grandi nodi che già la nostra lista ha rilevato in questi anni: i noti problemi sugli innumerevoli episodi di abbandono di rifiuti in giro per il territorio comunale ad esempio, oltre –  dice Alleanza per Bucine – ricordiamo altresì il forte impatto che ha avuto la chiusura del centro di raccolta di Bucine, che sommato alla ubicazione periferica del centro di raccolta di Pietraviva non permette lo svolgimento di un servizio adeguato per la collettività; si pensi ad esempio ai cittadini di Levane, i quali pur avendo un punto di raccolta al bivio di Caposelvi, nel comune di Montevarchi, si trovano nell’impossibilità di conferirvi i propri rifiuti in quanto residenti in altro Comune.

Sempre in tema di rifiuti poi, non possiamo non rilevare le annose vicende legate al polo ex toscana Tabacchi di Ambra con i problemi riguardanti lo spolveramento causato dalla caduta della copertura in eternit che va avanti da oltre un decennio a cui si somma la vicenda cosiddetta “inchiesta Keu” che ha portato alla ribalta delle cronache regionali il nostro territorio, non per le bellezze naturali e paesaggistiche che ha, ma per quello che presumibilmente secondo le inchieste tuttora in corso, è presente al di sotto del terreno, sia a Levane che a due passi dal plesso scolastico di Bucine che chiaramente preoccupa la popolazione residente.

Gruppo Consiliare Alleanza per Bucine

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here