Giocatori professionisti americani di origini italiane ad Arezzo per il “Future Stars Game”

0

Nasce la nazionale di Mike Piazza impegnata nel 2023 nel supercampionato del mondo di baseball

Ospiti di prestigio nel corso del prossimo weekend all’impianto sportivo comunale di via Simone Martini destinato alle discipline del baseball e del softball.

L’assessore allo sport Federico Scapecchi: “un impianto che è un fiore all’occhiello per la città, uno dei migliori del centro Italia, regolarmente omologato, con spogliatoi per le squadre e gli arbitri collocati sotto le tribune per il pubblico e una tensostruttura polivalente di circa 200 metri quadrati dove è possibile svolgere attività ricreativa. Ricordo che a seguito della sinergia tra gli uffici sport e manutenzione, e ringrazio per questo l’assessore Alessandro Casi, è stato recentemente ultimato l’intervento di impermeabilizzazione delle tribune stesse per un investimento di 110.000 euro. Mi fa piacere poi ricordare che lo scorso ottobre l’impianto ha ospitato la festa per la promozione in serie B conseguita quest’anno dalla squadra maschile del baseball Arezzo dopo un serrato derby contro il Livorno. E ci fa altrettanto piacere annunciare che il prossimo fine settimana, calcheranno il terreno giocatori professionisti provenienti dalla Major League degli Stati Uniti. Un’occasione davvero imperdibile per gli appassionati e l’ennesima prova del binomio vincente sport-valorizzazione della città”.

Si tratta dell’evento “Future Stars Game”, naturale complemento del progetto sportivo partito da Roma con l’obiettivo di selezionare giocatori che compongano la nazionale italiana che nel 2023 parteciperà al World Baseball Classic, il supercampionato del mondo di baseball, l’unico aperto a giocatori professionisti.

Il “Roberto Mancini” della situazione, general manager della nazionale è Mike Piazza ex campione della Major League statunitense. È lui che sta plasmando il sodalizio azzurro che giocherà prima in un girone all’italiana composto da Italia, Taiwan, Paesi Bassi, Cuba e Panama, se non un girone “di ferro” poco ci manca, e poi auspicabilmente nelle fasi finali negli Usa.

Un evento eccezionale per gli amanti di questo bellissimo sport: venerdì e sabato il gruppo di professionisti italo-americani faranno allenamento al campo di via Simone Martini. La domenica saranno invece impegnati dalle 10 in un incontro amichevole contro i prospetti azzurri che giocano nel campionato italiano e che sognano, perché no, di emulare le loro gesta e di correre tra le basi con la maglia dei New York Yankees o un fuoricampo per i Red Sox di Boston.

E tra queste “future stars”, da cui deriva il titolo dell’evento, c’è pure un idolo di casa, l’aretino Andrea Giorgeschi che difende i colori del baseball Arezzo. Un degno spettacolo a chiusura di una grande stagione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here