Fondazione Onda lancia l’Open Day dedicato all’Emicrania con il contributo incondizionato di Pfizer

0

Fondazione Onda lancia l’Open Day dedicato all’Emicrania

Il 31 gennaio all’Ospedale San Donato di Arezzo sarà attivo un servizio di consulenza telefonica, con accesso libero. Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, nella giornata del 31 gennaio 2023 coinvolgerà gli Ospedali Bollini Rosa per promuovere la prima edizione dell’(H)-Open Day dedicato all’emicrania, offrendo servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi alla popolazione che includono visite neurologiche, consulenze con gli esperti, test di valutazione, info point, conferenze e distribuzione di materiale informativo. Aderendo all’iniziativa, l’Unità Operativa di Neurologia dell’Ospedale San Donato di Arezzo organizza per la mattina del 31 gennaio uno sportello informativo tramite accesso telefonico libero, allo 0575-255228, dalle ore 9.30 alle ore 12.30, dove gli utenti potranno parlare con un neurologo esperto in cefalee. “L’emicrania- riferisce la dott.ssa Martina Guadagni, Neurologa del Centro Cefalee dell’Ospedale di Arezzo- è una patologia cronica che colpisce circa il 12% degli adulti in tutto il mondo, con una prevalenza tre volte maggiore nelle donne. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’emicrania rappresenta la terza malattia più frequente al mondo e la seconda più disabilitante, con altissimi costi umani, sociali ed economici. L’emicrania-prosegue la dott.ssa Guadagni- e le cefalee in generale, colpiscono prevalentemente soggetti giovani in età lavorativa e sono altamente disabilitanti; sommando i costi diretti relativi a spese mediche, farmaci, accessi in Pronto Soccorso e ospedalizzazioni, con i costi indiretti dovuti alla mancata produttività e assenteismo, si calcola che in Italia, ogni anno, l’emicrania costa circa 3.5 miliardi di euro. Pertanto è importante adottare misure dirette a migliorare il livello di conoscenza di questa patologia e promuovere iniziative dirette a sensibilizzare la popolazione e facilitare l’accesso alle cure adeguate”. “Nella nostra realtà – commenta il dottor Giovanni Linoli, Direttore della Unità Operativa di Neurologia dell’Ospedale San Donato di Arezzo -è operativo un Centro cefalee, cioè un ambulatorio specialistico dedicato, autorizzato alla prescrizione di terapie di ultima generazione (anticorpi monoclonali con azione inibente sul CGRP). L’accesso avviene tramite prenotazione con ricetta medica specialistica, da presentare allo sportello infermieristico della Neurologia di Arezzo (IV scala, piano 0) o tramite contatto email (segreterianeurologia.ar@uslsudest.toscana.it), dopo una prima valutazione presso ambulatorio neurologico di I livello o, in casi di particolare gravità ed urgenza, dopo accesso in Pronto Soccorso con regime prioritario”. I servizi offerti dalle oltre 90 strutture del network dei Bollini Rosa sono consultabili sul sito www.bollinirosa.it con indicazioni su date, orari e modalità di prenotazione, accedendo alla sezione “consulta i servizi offerti”. L’iniziativa di Fondazione Onda è realizzata con il patrocinio di Associazione Italiana per la Lotta Contro le Cefalee (AIC), Alleanza Cefalalgici (Al.Ce.), Associazione Italiana Neurologi Ambulatoriali Territoriali (AINAT), Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee (ANIRCEF), Fondazione Italiana per lo Studio delle Cefalee Onlus (FISC), Fondazione CIRNA Onlus, Scienze Neurologiche Ospedaliere (SNO Italia), Società Italiana di Neurologia (SIN) e con il contributo incondizionato di Pfizer.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here