Festival di teatro e musica diffuso per la Valtiberina toscana, gli appuntamenti

0

festival di teatro e musica diffuso per la Valtiberina toscana

Gli appuntamenti dal 26 agosto al 1 settembre

Proseguono gli appuntamenti di Terre in Festival, organizzato da Laboratori Permanenti che coinvolge diversi comuni della vallata, Sansepolcro, Monterchi, Pieve Santo Stefano, Caprese Michelangelo, Sestino e Anghiari per offrire ai cittadini del territorio una proposta culturale intensa e variegata.

Terre in Festival si svilupperà sino al 24 settembre con spettacoli che animeranno le piazze e alcuni luoghi emblematici dei comuni coinvolti.

Il 31 agosto ore 18.30 l’anfiteatro Campaccio ospita un laboratorio gratuito di teatro-danza Dare corpo alla parola a cura della coreografa Flavia Bucciero; il lavoro, aperto a tutti, si ispira al Cantico dei Cantici e intende partire dall’analisi del respiro in riferimento alla struttura del corpo e alla sua articolazione. Il progetto è sostenuto da Fondazione CR Firenze.

Il laboratorio è collegato allo spettacolo Il più bel cantico fra i cantici che avrà luogo il giorno 1 settembre ore 21.00 presso l’Auditorium Santa Chiara. La produzione è di CON.COR.D.A./Movimentoinactor e il concept e regia Flavia Bucciero, uno spettacolo in cui parola, danza, musica compongono un’unica armonia, liberamente ispirato a “Il Cantico dei Cantici” nella traduzione di Guido Ceronetti.

Un testo poetico, quello del “Cantico dei Cantici” pieno di sensualità e di erotismo. Bellissima ne è la traduzione di Guido Ceronetti con cui la coreografa e regista Flavia Bucciero ebbe una corrispondenza nel lontano 2002 per un confronto su un’idea di messa in scena. L’elemento della sensualità, del ricordo, della lontananza, del desiderio dell’altro, del vuoto e dell’assenza che si riempiono di assonanze con il mondo della natura, sono centrali nella messa in scena.

Al termine dello spettacolo ci sarà un breve intervento della poetessa Renzia d’Incà che leggerà alcune sue poesie che hanno una forte risonanza con il Cantico dei Cantici e con lo spettacolo.

Si prosegue il 2 settembre alle ore 21.00 con il consueto appuntamento con Incontri con la musica al Castello di Sorci di Anghiari con Michele Casini in Rossini buffo, Rossini serio: una serata all’aperto dove il giornalista condurrà il pubblico attraverso la straordinaria avventura rossiniana nella musica e nel teatro, con un ricco contributo di filmati. Gioacchino Rossini fu il più geniale e autorevole rappresentante del mondo operistico italiano durante il trapasso dall’età classica a quella romantica. Si parlerà non solo de Il Barbiere di Siviglia o La Cenerentola ma (sorpresa!) anche Semiramide, Maometto II, Guglielmo Tell e altre sue creature: Rossini buffo e Rossini serio, appunto.

Il 3 settembre il Festival propone un doppio appuntamento

Alle ore 11.00 a Campaccio, Sansepolcro è la volta di uno spettacolo dedicato ai più piccoli Pierino e il lupo della compagnia Diesis Teatrango; un attore e un musicista in scena decidono di mettere in gioco il grande valore che la creatività ha per i bambini, inventandosi spazi fantastici e paesaggi immaginari per raccontare la storia. (Biglietto 3)

Alle ore 21.00 presso la Piazza della Collegiata di Pieve Santo Stefano gli Stalker Teatro daranno vita a un intervento urbano interattivo, un gioco emozionante adatto a tutti, un’installazione/performance dal forte impatto visivo e musicale. Partendo dall’idea di “abitare” i luoghi del quotidiano, accompagnati dalla musica dal vivo, i performer con la collaborazione degli spettatori creano un’originale costruzione scenica. Gli spettatori si ritroveranno così catturati in un evento unico e irripetibile che fonde gli elementi della creazione artistica e del gioco collettivo, del rito comunitario e della festa. Siete tutti invitati a partecipare!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here