ESSERCI, il progetto di supporto sociale dell’Associazione Era

0

Lucia Tanti: “percorsi di autonomia per bambini con disabilità. Arezzo sta scrivendo pagine di vera inclusione 365 giorni l’anno”

Si ripete anche quest’anno l’esperienza di ESSERCI, il progetto di supporto sociale promosso dall’Associazione Era in collaborazione con Scuderia di Pan e Associazione Crescere e con il sostegno di Comune di Arezzo, Estra e Coingas. Un progetto che si colloca in continuità con le azioni di supporto già svolte nel territorio di Arezzo, nell’ambito della presa in carico dei bisogni delle fasce più deboli della popolazione, nello specifico gli adolescenti con rischi psicosociali e con disabilità di vario genere, ma anche il target dei bambini e delle famiglie immigrate.

“Sono molto orgogliosa che questo progetto continui e sono anche soddisfatta che ormai faccia parte di una progettualità educativa consolidata. Il contributo del Comune permette di sostenere, insieme agli altri partners, sei mesi di percorsi ludico ricreativi pensati e progettati in maniera personalizzata e capaci di sviluppare autonomie vere. Un grazie agli operatori e alle famiglie che, incontrandosi, hanno codificato un “pacchetto educativo” inclusivo basato su competenza e professionalità”, ha commentato il vice sindaco Lucia Tanti.

“Nei precedenti tre anni estivi, sono state svolte attività progettuali ludico-sportive al fine di contrastare gli effetti negativi conseguenti all’emergenza pandemica, rischi associati all’esposizione degli eventi traumatici collegati alla guerra in Ucraina favorendo la prevenzione dei rischi comportamentali. Attraverso apposita indagine sociale sono stati misurati gli effetti positivi sulla emotività dei ragazzi delle attività organizzate. Il progetto attuale vede la sua evoluzione di aggiornamento nel contesto emergenziale originatosi a causa dei cambiamenti sociali e ha l’obiettivo di rappresentare uno strumento di prevenzione ma anche di continuità sostenibile nei confronti delle possibili e attese conseguenze su più livelli che possono colpire la comunità, in particolarmente le nuove generazioni”, ha spiegato la dottoressa Elisa Marcheselli, presidente dell’Associazione Era.

Il progetto si svolgerà in due fasi: la prima da giugno a dicembre e la seconda da gennaio in avanti l’organizzazione di campi solari, attività di doposcuola e laboratori extrascolastici, rivolti ai bambini e adolescenti tra i 10 e i 18 anni sia normodotati che diversamente abili, stranieri e non, con l’obiettivo di dare ai giovani e alle loro famiglie risposte più adeguate ai loro bisogni ampliando l’offerta formativa a loro destinata.

Gli obiettivi di ESSERCI riguardano l’inclusione sociale e la creazione di attività che permettano ai giovani di interagire, scoprire nuove culture e sviluppare nuove competenze sociali, la promozione e lo sviluppo dell’attività motoria fisica sportiva dei giovani anche diversamente abili, la creazione centri di aggregazione più ampi rispetto alla realtà curriculare, la garanzia e lo sviluppo della socializzazione dei giovani e delle loro famiglie che partecipano ad attività sportive extracurriculari, il consolidamento nei ragazzi della consuetudine all’attività sportiva come fattore di crescita civile e sociale e l’organizzare attività complementari culturali e ricreative finalizzate all’integrazione e alla crescita globale della persona.

Per informazioni sui programmi e le proposte di attività: Associazione Era 388-6522077, Associazione Crescere 392-9515558, Associazione Scuderia Pan 339-3831416.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here