“Danzando con il mostro” va in scena a Sansepolcro

0

Serena Balivo, Mariano Dammacco, Roberto Latini

in residenza creativa al Teatro alla Misericordia di Sansepolcro per lavorare al nuovo spettacolo: Danzando con il mostro

Martedì 27 settembre, la prova aperta al pubblico, alle 21 al Teatro alla Misericordia

Sono arrivati a Sansepolcro a metà settembre, per lavorare alla creazione di un nuovo spettacolo: sono l’attrice Serena Balivo, l’autore e regista Mariano Dammacco e l’attore, autore e regista Roberto Latini, tre fuoriclasse del teatro nazionale, in residenza creativa al Teatro alla Misericordia, sede dell’Associazione CapoTrave/Kilowatt, una delle due sedi uniche, insieme ad Armunia di Rosignano Marittimo, del Centro di Residenza della Toscana. I tre artisti stanno lavorando a Danzando con il mostro, di cui sono autori e interpreti, un lavoro che per la prima volta vede Serena Balivo e Damiano Dammacco, già in duo nei lavori di Piccola Compagnia Dammacco, insieme a Roberto Latini. Appuntamento martedì 27 settembre, alle 21, per la prova aperta al pubblico al termine della residenza; lo spettacolo sarà presentato in anteprima nazionale al festival Primavera dei Teatri di Castrovillari, mentre il debutto nazionale è atteso successivamente al Teatro Piccinni di Bari.

Mostro. Creatura leggendaria o soprannaturale. La parola proviene dal latino monstrum che indica l’apparire, il manifestarsi, il mostrarsi improvviso di qualcosa di straordinario, un segno, un prodigio; e deriva dal tema di monere: avvisare. Il mostro è un ammonimento, un avvertimento per l’uomo. In presenza del mostro si avverte il pericolo, si tende a fuggire. Poi, ci fermiamo, proviamo a ricambiare lo sguardo, lo osserviamo e ci pare di riconoscerne alcuni tratti, ci appare familiare. Forse è il tuo mostro, fa parte di te, forse il mostro sei tu.”

Serena Balivo, attrice (Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro 2011, Premio Ubu 2017 come Nuova attrice o performer, Premio internazionale Ivo Chiesa 2021 come Futuro della scena), lavora alla creazione di personaggi che già nella loro fisicità siano portatori di senso a prescindere dal testo e dalla trama, personaggi intesi come figure allegoriche, quadri viventi, emblemi.

Mariano Dammacco è autore e regista (Premio Ubu 2020-2021 nella categoria Nuovo testo italiano/scrittura drammaturgica, Italian And American Playwrights Project 20/22, Premio di drammaturgia Il centro del discorso 2010, Premio ETI/Vetrine 1996, Premio Scenario 1992-1993). Porta avanti la propria ricerca componendo spettacoli con drammaturgia originale e centrati sul lavoro d’attore con l’intento di creare visioni poetiche, surreali e umoristiche del nostro vivere contemporaneo.

Roberto Latini è attore, autore e regista (Premio Sipario 2011, Premio della Critica 2015, Premio Ubu 2014 e 2017 come Miglior Attore, Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2021). Conduce un cammino artistico volto alla sperimentazione del contemporaneo, alla riappropriazione dei classici e alla ricerca di una scrittura scenica originale.

DANZANDO CON IL MOSTRO

uno spettacolo di e con Serena Balivo, Mariano Dammacco, Roberto Latini

drammaturgia Mariano Dammacco

musiche Gianluca Misiti

disegno luci e direzione tecnica Max Mugnai

scenografia e costumi Francesca Tunno

foto di scena Luca Del Pia

ufficio stampa Maddalena Peluso

produzione Infinito, ERT / Teatro Nazionale, Compagnia Lombardi-Tiezzi

residenze artistiche presso Florian Metateatro, C.Re.a.Re Campania / Teatri Associati di Napoli, Dialoghi – Residenze delle arti performative a Villa Manin 2022 – 2024, Centro di residenza della Toscana (Armunia-CapoTrave/Kilowatt), Teatro delle Forche.

Biglietti su liveticket www.liveticket.it/kilowattfestival

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here