Cortona entra nel gruppo dei «Comuni ricicloni», superata la quota del 65% di raccolta differenziata

0

Cortona entra nel gruppo dei «Comuni ricicloni», superata la quota del 65% di raccolta differenziata

La raccolta differenziata a Cortona ha superato la soglia del 65 per cento. Per quattro mesi la percentuale si è attestata al di sopra della quota obiettivo: a marzo (65,17%), a maggio (67,51%), a giugno (65,77%) e anche a settembre (65,52%). In attesa della nota ufficiale sulla raccolta differenziata rilasciata dall’Arrr (Agenzia regionale recupero risorse), l’Amministrazione comunale accoglie positivamente i dati forniti dal gestore Sei Toscana che danno un’indicazione di tendenza in sostanziale crescita, come peraltro ci si aspettava grazie al consolidamento del processo di estensione della raccolta domiciliare dei rifiuti.

Anche su scala annuale, i dati della raccolta differenziata riportano una costante crescita: nel 2018 era il 48,42%, nel 2019 si è attestata al 51,82%, per poi raggiungere il 54,16% nel 2020 e il 57,16% del 2021. L’ultimo dato disponibile fornito da Sei Toscana e aggiornato ad agosto era del 63,56, un risultato a cui si è giunti grazie a performance mensili di raccolta differenziata stabilmente oltre la quota obiettivo del 65%.

«Condividiamo questo bel risultato con i nostri concittadini che stanno collaborando attivamente mediante la raccolta porta a porta – dichiara l’assessore all’Ambiente, Paolo Rossi – è un dato che dà ragione alle strategie del Comune che hanno permesso di completare il piano di estensione della raccolta domiciliare dei rifiuti anche ad importanti centri abitati».

«Abbiamo consolidato un obiettivo programmatico di questa Amministrazione – dichiara il sindaco di Cortona, Luciano Meoni – la nostra volontà è quella di incrementare la percentuale di rifiuti differenziati e ridurre gli abbandoni, affiancando una politica che premia i cittadini virtuosi. In particolare coloro che conferiscono al centro di raccolta del Biricocco e che usano la compostiera possono ridurre la bolletta dei rifiuti».

EVEN MORE NEWS