Cinque nuove postazioni di telecamere per migliorare la sicurezza urbana e il decoro cittadino

0

Cinque nuove postazioni di telecamere per migliorare la sicurezza urbana e il decoro cittadino

E’ stata implementata la rete di videosorveglianza del comune e nuovi apparecchi sono stati posizionati in zone strategiche o sensibili. Il costo complessivo del progetto è stato di 37mila euro di cui 25mila finanziati dalla Regione Toscana

Sono cinque le nuove telecamere di videosorveglianza istallate nel comune di San Giovanni Valdarno attraverso il bando regionale pubblicato nell’estate 2019 e finanziato, grazia allo scorrere delle graduatorie, nel settembre 2021. Uno strumento per combattere degrado e microcriminalità anche prevenendo comportamenti impropri o illeciti.

Si tratta di una telecamera di videosorveglianza con copertura a 360 gradi nel parcheggio di via Vetri Vecchi, sul retro stazione, tre telecamere, di cui due a doppia ottica, sempre nel centro storico cittadino e due telecamere di lettura targhe nel Lungarno 7 Fratelli Cervi.

Obiettivi quelli di favorire e facilitare eventuali indagini e ricerche sul territorio grazie anche alla cooperazione fra polizia municipale, Prefettura e la locale stazione dei carabinieri, prevenire e contrastare fenomeni ed atti contro il decoro urbano e tutelare i cittadini.

Le telecamere serviranno anche per controllare, in modo automatico, tramite la lettura delle targhe, i transiti degli autoveicoli dai vari varchi del comune e facilitare e rendere immediata la ricerca a posteriori di un determinato veicolo. Il sistema sarà anche in grado di controllare la copertura assicurativa e lo stato di revisione del veicolo permettendo l’individuazione di eventuali trasgressori.

Il costo complessivo del progetto di implementazione del sistema di videosorveglianza a San Giovanni Valdarno è stato di 37mila euro di cui 25mila finanziati dalla Regione Toscana e la restante parte coperta dal Comune.

“Oggi vediamo i frutti concreti di un bando regionale sulla videosorveglianza, per quota parte cofinanziato dal Comune, a cui abbiamo partecipato nel 2019 e di cui siamo risultati vincitori nel 2021 per scorrimento della graduatoria”, ha commentato Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni Valdarno. “E’ stato uno dei primi bandi regionali a cui abbiamo aderito come Amministrazione comunale e prevede l’istallazione di 5 nuove postazioni di videosorveglianza in luoghi sensibili della città allo scopo di migliorare la sicurezza urbana ed il decoro cittadino. Stiamo già lavorando ai nuovi bandi regionali e ministeriali per avere ulteriori opportunità e coprire una porzione ancora più ampia di territorio comunale”.

“Quello attivo – ha aggiunto l’assessore alla polizia municipale Laura Ermini – è un sistema di sorveglianza tra i più efficaci poiché i dispositivi sono a tecnologia analisi video e lettura targhe, impianti pienamente operativi che rafforzano le azioni di prevenzione e di contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa. Abbiamo valutato i siti da monitorare e gli obiettivi sensibili mettendo in piedi un sistema performante che non solo risponde alle istanze di aumento del senso di sicurezza dei cittadini ma che renderà anche più sinergica l’azione della nostra polizia municipale con le forze dell’ordine che operano sul territorio”.

I cinque nuovi dispositivi, che hanno ottenuto il nulla osta alla realizzazione da parte del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, si vanno ad aggiungere alle 42 telecamere di videosorveglianza e alle 6 telecamere di lettura delle targhe già presenti nel territorio comunale

Inoltre, tramite il bando del Ministero dell’Interno, è stato finanziato un ulteriore progetto denominato “Scuole sicure 2022/2023” che prevede l’installazione di quattro telecamere di videosorveglianza nei giardini Falcone e Borsellino, di cui una a doppia ottica e una a copertura a 360 gradi. I lavori verranno affidati già nel corso di questo mese.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here