Uomo trovato nei locali del liceo scientifico di Arezzo

0

Nella notte tra il 29 ed il 30 luglio, la Compagnia Carabinieri di Arezzo ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio impiegando diverse pattuglie tra quelle del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni dipendenti che si sono concentrate in centro ad Arezzo e nei comuni limitrofi. Gli equipaggi impiegati hanno ispezionato alcuni avventori di esercizi pubblici e svolto attività preventiva contro furti e rapine. Inoltre il servizio ha avuto lo scopo di controllare la circolazione stradale per garantire il rispetto delle norme del Codice della Strada e per prevenire l’uso smodato di sostanze alcoliche.

All’esito del servizio straordinario di controllo del territorio, sono state elevate sanzioni amministrative per ubriachezza a carico di tre cittadini: due stranieri controllati a piedi in località Campo di Marte, un cittadino rumeno di 33 anni ed un uomo di nazionalità moldava di 47 anni, entrambi senza fissa dimora. Un terzo soggetto, 31 enne, alla guida della propria autovettura è stato fermato intorno alle 02.00 e trovato con un tasso alcolemico superiore a 0,50 g/L.

Più gravi conseguenze per 4 soggetti fermati nel corso della notte che sono stati denunciati in stato di libertà per guida sotto l’influenza dell’alcol: un 36enne aretino ed un 53enne della provincia, entrambi fermati a bordo delle rispettive autovetture intorno all’una di notte in evidente stato di alterazione psicofisica derivata dall’uso di sostanze alcoliche. Un 37enne aretino responsabile di un incidente stradale senza feriti, è stato riscontrato con un tasso alcolemico superiore a 3 g/L. L’uomo, infatti, a bordo del proprio veicolo aveva urtato altre auto in sosta per poi dare vita ad un diverbio con i condomini proprietari delle auto in sosta. L’intervento dell’Arma ha evitato ulteriori eventuali conseguenze e accertato l’onerosa condizione psicofisica del soggetto che aveva determinato l’incidente.

Altra denuncia penale a carico di un cittadino straniero di 25enne, sorpreso alla guida con un tasso superiore a 1 g/L.

Una 43enne aretina, inoltre, è stata denunciata per guida sotto l’influenza di sostanze psicotrope, in quanto a seguito di un incidente stradale causato autonomamente, è stata sottoposta agli accertamenti sanitari che hanno rilevato la presenza di cocaina nel sangue, oltre ad una percentuale di alcol per la quale è stata sanzionata amministrativa. Anche per la donna ovviamente è scattato il ritiro della patente, come per gli altri denunciati.

Nel medesimo contesto dei controlli, i Carabinieri sono stati chiamati ad intervenire presso un liceo scientifico di Arezzo, ove era stato segnalato un uomo al suo interno. I militari operanti hanno riscontrato la presenza di un soggetto di nazionalità italiana che sotto l’effetto dell’alcol aveva deciso di trovare ristoro all’interno del plesso scolastico. Dagli accertamenti esperiti nell’immediatezza fortunatamente si esclude ogni tipo di danneggiamento all’istituto.

Nel corso del servizio straordinario di controllo del territorio, inoltre, un 74enne della provincia di Arezzo è stato deferito alla Procura della Repubblica per minaccia aggravata, detenzione di armi e omessa custodia di armi. All’uomo, che avrebbe minacciato per futili motivi il proprio vicino di casa con un fucile da caccia, i carabinieri operanti sottoponevano a sequestro cautelativo le armi di proprietà, e durante le fasi degli ulteriori accertamenti, rinvenivano una doppietta artigianale cal. 12, risultata appartenere ad un lontano parente deceduto da molti anni e di cui l’uomo non aveva mai presentato denuncia di detenzione.