Arezzo: la Asl getta le basi per l’ospedale del futuro

0

Arezzo:la Asl getta le basi per l’ospedale del futuro tecnici e professionisti sanitari dell’ospedale aretino protagonisti attivi del masterplan del nuovo San Donato . D’Urso “Vogliamo dare alla città di Arezzo l’ospedale del terzo millennio, sicuro e innovativo” “La città di Arezzo merita un “nuovo” ospedale e l’Azienda Asl Tse ha intenzione di mettere in campo tutte le forze e tutti i canali per realizzare quanto deliberato ovvero il Masterplan con tutti i lavori che vorremo realizzare nei prossimi anni per il San Donato. Un progetto ambizioso e prezioso perché nato da una visione unitaria dell’Azienda, dei suoi medici e dei suoi tecnici” Spiega il direttore Generale Asl Tse Antonio D’Urso. Stessa locazione, stessa forma, ma un aspetto ed un carattere decisamente più innovativo a dispetto del suo quasi mezzo secolo di vita. Il Masterplan è un documento contenente tutti i passaggi della trasformazione dell’ospedale ed è nato dalla sinergia tra tecnici e professionisti sanitari della Asl Tse per mettere nero su bianco l’aspetto e la funzionalità che dovrà avere la struttura con l’attenzione alla separazione dei percorsi, la coerenza dell’assetto e la sicurezza. Un ospedale performante e attrattivo per le migliori professionalità e ancora piu rispondente ai bisogni dell’utenza. “Gli assistiti che entreranno al San Donato di Arezzo del futuro- continua D’Urso- dovranno avere la sensazione di trovarsi in un ospedale 4.0 con tutti i comfort e le caratteristiche tecnologiche del caso. L’Azienda crede fortemente in questo progetto e auspica, con il sostegno di Regione Toscana, ma anche con il supporto di tutta la comunità, la sua complessiva realizzazione come soluzione a tutte le istanze e alle esigenze degli operatori che ci lavorano, dando sostegno costante agli ingegneri, valutando e curando ogni aspetto che metta in relazione la qualità delle cure, l’utilizzo di nuove tecnologie come la telemedicina, la sicurezza e l’efficientamento energetico non trascurando infine elementi estetici che diano anche un apporto all’immagine della città come il rifacimento della facciata. D’altra parte gli investimenti e le prospettive sono importanti per garantire un alto livello delle cure e dell’accoglienza ed ogni novità che stiamo già apportando da due anni a questa parte va in questa direzione, come l’avvio dei lavori per migliorare la viabilità esterna, il rifacimento del blocco operatorio e delle terapie intensive”. Durante la fase dei cantieri l’attività verrà garantita grazie ad un volano provvisorio che fungerà da appoggio ai servizi oggetto di ristrutturazione e gli ospedali della rete di Sansepolcro, Bibbiena e Cortona faranno la loro parte per far in modo che nessuna prestazione venga persa durante il periodo dei lavori. Nel Masterplan Il programma di attuazione è suddiviso e cadenzato in step. L’Asl Tse, per la città di Arezzo, pensa quindi in grande, riconoscendo l’importanza dell’ospedale attualmente 26esimo in Italia nella classifica dei besti italian Hospital

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here