Arezzo, insulti razzisti a un giocatore durante una partita di serie C

0

Durante Amen Arezzo-Costone Siena, Bruno Ondo Mengue ha scritto di essere stato chiamato “negro di m…” da un tifoso. La segnalazione all’arbitro

Insulti razzisti a un giocatore di basket durante la gara di serie C Amen Arezzo-Costone Siena giocata domenica.

“Mi sarebbe tanto piaciuto sapere se quei ragazzi che mi hanno dato del ‘negro di m…’ in mezzo alla folla di Arezzo avrebbero avuto lo stesso coraggio in uno spogliatoio vuoto e condiviso con me”, scrive su un post facebook  Bruno Ondo Mengue, giocatore della Vismederi Costone di Siena.

Il cestista, originario della Guinea Equatoriale, naturalizzato italiano, ha segnalato di aver subito gli insulti razzisti all’arbitro il quale gli avrebbe risposto di non aver sentito ma di aver comunque riportato nel referto di gara l’accaduto.

“E’ stato un attimo, ma sentirsi chiamare negro di m… è qualcosa davvero molto spiacevole”, testimonia anche in una nota della sua società Ondo Mengue.  “Mi dispiace – aggiunge – che per colpa di un solo stolto tra i tantissimi tifosi presenti, la bellissima atmosfera che si era venuta a creare si sia sciupata”.

“Si tratta di un episodio vergognoso – ha commentato il presidente della società senese, Emanuele Montomoli -. Mi dispiace che una serata di sport ed una partita così avvincente venga macchiata da un insulto del genere. Ho la fortuna di conoscere personalmente il presidente della società aretina, Mauro Castelli, persona di cui ho potuto apprezzare la correttezza e le qualità morali, e so che un simile comportamento di un singolo tifoso non fa parte dei valori in cui l’Amen Scuola basket si riconosce”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here