Alta velocità: l’Ordine dei commercialisti sostiene la petizione del Comitato Sava

0

Tiezzi: “Ricadute positive sulle imprese. Importante fare quadrato tra le categorie economiche”

L’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della provincia di Arezzo sostiene la petizione del Comitato SAVA (Stazione Alta Velocità Arezzo) che ha promosso una raccolta firme (www.change.org/p/stazione-av-arezzo) a sostegno della costruzione della stazione alta velocità alle porte di Arezzo sulla tratta Roma – Firenze. A spiegare la posizione dell’Ordine è il presidente Roberto Tiezzi. “L’iniziativa del Comitato Sava è assolutamente condivisibile. E’ evidente che con una stazione alta velocità nell’aretino ci sarebbero ricadute positive per tutta la provincia vista la posizione baricentrica del territorio nell’ambito delle grandi direttrici di sviluppo – sottolinea Tiezzi – Sono innegabili anche i vantaggi  derivanti dell’alta velocità per le nostre aziende. Per il mondo delle imprese è il momento delle scelte e dell’azione, passando ad una programmazione seria e concreta degli interventi. Serve quindi che la politica decida in fretta.  Non possiamo perdere questa opportunità

Il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti rivolge poi un appello alle categorie economiche. “Ho registrato con favore il fatto che le associazioni di categoria abbiamo fatto asse sull’alta velocità che rappresenta un’opportunità enorme a servizio del vasto e popoloso territorio aretino, nel quale il capoluogo di Arezzo resta determinante per il bacino di utenza, per la concentrazione della produttività e per la necessità e l’urgenza di rilancio di una intera provincia sul fronte dell’occupazione con benefici anche sui flussi turistici”.