Alta Velocità: “Le istituzioni aretine si compattino senza andare in ordine sparso. Prive di fondamento le pretese di Siena”

0
Donati e Sileno (Scelgo Arezzo)

Per dotare questo territorio di un infrastruttura così importante è necessario coinvolgere il Ministero, la Regione e Trenitalia, una sfida difficilissima che rischia di diventare impossibile se continueranno ad emergere distinguo e si darà seguito ad iniziative che appaiono più personali che istituzionali.

Scelgo Arezzo manifesta sincero apprezzamento per il costruttivo approfondimento promosso nei giorni precedenti dai Sindaci della Valdichiana e allo stesso tempo invita a superare i campanilismi: non saranno pochi kilometri di distanza che renderanno il progetto più o meno valido per il territorio aretino.

L’interessante soluzione individuata dal neo comitato “Stazione Alta Velocità”, oltre ad apparire ben formulata, sarà un sicuro vantaggio per l’intero bacino che interessa il sud della Toscana e l’Umbria.

Un plauso va a alle associazioni di categoria che con un approccio concreto, e consapevoli delle esigenze delle imprese aretine, sono al lavoro per individuare il luogo più adatto per la realizzazione dell’infrastruttura.

Se le istituzioni locali continueranno ad esprimere distinguo corriamo il rischio di subire le pretestuose richieste senesi e allora la stazione apparirà solo come un miraggio. Dato il momento così complesso, e le opportunità che possono derivare da questo investimento, ci attendiamo una prova di maturità dalla politica aretina”.